rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Cronaca

Decine di auto rubate e fatte a pezzi: la polizia scopre un nuovo covo

Due auto integre e pezzi di circa 20 auto rinvenuti in un deposito in contrada Montenegro. Denunciato un giovane di Tuturano

BRINDISI – Un nuovo covo di auto rubate è stato scoperto dai poliziotti della Sezione volanti al comando del vicequestore Alberto D’Alessandro in un capannone che si trova nei pressi di strada vicinale Montenegro, nelle campagne di Brindisi. Qui sono state rinvenute circa venti vetture ridotte in mille pezzi e due mezzi, un furgone e una Fiat 500, integri.

Capannone di auto rubate in contrada Montenegro 5-2

I poliziotti si sono imbattuti nel deposito intorno alle ore 18 del giorno dell’Epifania (sabato 6 gennaio). A indirizzare una pattuglia verso il fabbricato è stato il segnale Gps trasmesso da una Fiat 500 rubata poche ore prima. Una volta giunti sul posto, oltre alla 500, i poliziotti hanno rivenuto anche un furgone rubato circa un anno prima. 

a8ab6927-e12d-44f6-a056-7cb552c00f3a-2

Questi, come detto, erano gli unici veivoli intatti. Tutto intorno c'erano motori, copertoni, pezzi di carrozzeria, manubri, paraurti, portiere e altro ancora. Occorreranno approfonditi accertamenti sui numeri di serie dei telai e dei motori per ricondurre ogni singolo pezzo all’auto di appartenenza. Ad ogni modo dovrebbe trattarsi di Alfa Giulietta, Fiat 500, Lancia Delta e Fiat Grande Punto: modelli estremamente apprezzati dai delinquenti dediti a furti e rapine.

L’immobile era nella disponibilità di un giovane di Tuturano nei confronti del quale si è proceduto con una denuncia a piede libero per il reato di ricettazione. L’area è stata sottoposta a sequestro. Nessun dubbio sul fatto che la refurtiva fosse destinata al mercato nero dei pezzi di ricambio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decine di auto rubate e fatte a pezzi: la polizia scopre un nuovo covo

BrindisiReport è in caricamento