menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La stazione carabinieri di Carovigno

La stazione carabinieri di Carovigno

Decine di controlli e perquisizioni

Dodici perquisizioni personali e domiciliari, 30 controlli a soggetti sottoposti alle misure di sicurezza/prevenzione, 112 persone identificate, 39 veicoli e tre esercizi pubblici controllati, 12 contravvenzioni al codice della strada elevate e denunce per reati di diversa natura.

Dodici perquisizioni personali e domiciliari, 30 controlli a soggetti sottoposti alle misure di sicurezza/prevenzione, 112 persone identificate, 39 veicoli e tre esercizi pubblici controllati, 12 contravvenzioni al codice della strada elevate e denunce per reati di diversa natura.

È questo il bilancio di una serie di servizi sul territorio eseguiti tra sabato e domenica scorsi dai militari della compagnia dei carabinieri di San Vito dei Normanni nell'ambito di una serie di servizi tesi a contrastare reati di vario genere.

I militari del Nucleo operativo e radiomobile hanno denunciato: A.L. di 26 anni e M.R. di 32, entrambi domiciliati a San Michele Salentino perché trovati in possesso, a seguito di perquisizione domiciliare, di 22 grammi di marijuana, suddivisa in sette dosi; D.R. di 31 anni e S.R. di 59 anni, entrambi di Mesagne, perchè sorpresi mentre asportavano circa tre quintali di olive da un terreno agricolo in contrada Zambardo di San Vito dei Normanni. La refurtiva, interamente recuperata, è stata restituita al legittimo proprietario.

Sempre gli uomini del Norm hanno segnalato all'autorità amministrativa due 22enni di Carovigno, A.O. e A. L. Il primo in seguito a perquisizione personale e veicolare è stato trovato in possesso di di 1,2 grammi di marijuana. Il secondo invece sempre durante una perquisizione è stato trovato in possesso di uno spinello confezionato con marijuana.

I militari della stazione di Carovigno hanno denunciato: P.F., 33enne del posto, perchè trovato in possesso, nel corso di perquisizione personale e veicolare, di un coltello del genere proibito; P.B., 45enne di Bari e un minore, perchè sorpresi, in due operazioni distinte, alla guida di un'auto sprovvisti di patente di guida. Al 45enne era stata revocava, il minorenne non l'aveva mai conseguita.

Denunciato per lo stesso reato anche un 24enne di origini romene residente a Brindisi, S.I.G. di 24 anni. Anche lui non aveva mai conseguito la patente di guida.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento