Cronaca

L'Oga decide di proseguire nel contratto con la Nubile, ma con prescrizioni

Sit-in organizzato dal Cobas davanti palazzo Nervegna dove era in corso una riunione dell'Organo di governo d'ambito per i rifiuti (Oga) che aveva all'ordine del giorno il problema del contratto con la Nubile Srl, gestore degli impianti di trattamento e della discarica di Autigno, ora sequestrata

BRINDISI - Sit-in organizzato dal Cobas davanti palazzo Nervegna dove era in corso una riunione dell'Organo di governo d'ambito per i rifiuti (Oga) che aveva all'ordine del giorno il problema del contratto con la Nubile Srl, gestore degli impianti di trattamento e della discarica di Autigno, ora sequestrata. Bobo Aprile, segretario del sindacato autonomo di base, guidava la protesta per ottenere maggiori garanzie occupazionali per tutti i lavoratori presenti nell’ impianto di Cdr e nella discarica di Autigno, il ripristino dei pagamenti degli stipendi e il rinnovo del contratto per quattro lavoratori che da questa mattina (1 luglio) hanno visto la propria situazione contrattuale concludersi.

“Spero che questa non sia una manovra d’isolamento, una tattica per dividere il fronte - dichiara a BrindisiReport.it il sindacalista Cobas Bobo Aprile - e lasciare a casa chi è meno disponibile ad accettare le condizioni imposte, che guarda caso coincide con il gruppo (su 10 lavoratori precari, 4 non hanno visto rinnovato il contratto) dei quattro precari. Da giorni la ditta Nubile cerca di mandare avanti il suo ricatto occupazionale, noi ci siamo stancati di tutto ciò. Aspettiamo la decisione dell’Oga e agiremo di conseguenza”.

Sit-in Cobas 2-2I sindaci o i loro rappresentanti riuniti a palazzo Nervegna dovevano decidere se approvare la risoluzione del rapporto contrattuale con la ditta Nubile, oppure deliberare sulla proposta dell'azienda di costruire di una nuova discarica che possa supplire a quella di Autigno, bloccata dalla magistratura e dalla Regione. A conclusione della riunione si è deciso di continuare l’accordo con la ditta Nubile, ponendo condizioni che, se non pienamente rispettate, costerebbero la risoluzione finale del rapporto contrattuale.

Quali sono queste prescrizioni? Chiusura definitiva del contenzioso economico tra ditta e Comuni e avvio del processo di revamping (ristrutturazione) dell’impianto di Cdr, oltre alla garanzia dei livelli occupazionali con il conseguente rientro dei quattro che da questa mattina hanno perso il proprio posto di lavoro. L’Oga ha stabilito che venga composta una commissione per supervisionare i prossimi interventi: ne fanno parte i sindaci di Brindisi, Villa Castelli, Fasano, l’architetto Fabio Lacinio e l’ingegnere Gianluca Cuomo del Comune di Brindisi e l’avvocato Roberto Palmisano come esperto.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Oga decide di proseguire nel contratto con la Nubile, ma con prescrizioni

BrindisiReport è in caricamento