menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Delfino in difficoltà salvato da un gruppo di brindisini e veterinario

E' stato avvistato nei pressi della diga di Punta Riso, vicino agli scogli: subito in moto la macchina dei soccorsi, arrivati anche i vigili del fuoco

BRINDISI - Un delfino in difficoltà è stato salvato da un gruppo di brindisini, dal veterinario della Asl e dai vigili del fuoco, nei pressi della diga di Punta Riso. E' stato avvisato da alcuni passanti: hanno notato che non riusciva a proseguire e che sembrava essersi incagliato vicino agli scogli.

IL VIDEO DEI SOCCORSI

Nell'arco di pochi minuti, è stata messa in moto la macchina dei soccorsi con una serie di telefonate che hanno consentito di far arrivare sul posto  un gruppo di pompieri del Comando provinciale di Brindisi e il medico Vito Magli, veterinario dell'Azienda sanitaria locale.

A quanto si apprende, il delfino era stato portato al largo dai vigili del fuoco qualche ora prima, ma avrebbe perso l'orientamento. Il veterinario ha ritenuto necessario procedere con una flebo di cortisone. I pompieri lo hanno accarezzato mentre il medico somministrava il liquido. Ai soccorsi hanno preso parte anche i veterinari dello studio Trinacria di Sebastiano Tiralosi. A conclusione, i vigili del fuoco lo hanno preso un custodia per riportarlo al largo.

"Era ferito, perdeva sangue ed era disorientato", ha detto il veterinario. Prima del medico, un volontario è sceso in acqua per allontanarlo dagli scogli nel tentativo di metterlo in sicurezza", raccontano alcuni testimoni. "Per un attimo abbiamo temuto che il delfino fosse morto". E' salvo. Salvo grazie alla collaborazione di chi, come il volontario di Brindisi, in quel momento era alla diga, di chi è arrivato sul posto nel giro di poco, come il medico e i vigili del fuoco. Una storia a lieto fine nelle acque del porto di Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento