Cronaca

Fucile in casa e automobilista in stato d'alterazione: due denunce

Un mesagnese deteneva illegalmente l'arma del padre defunto. Un automobilista ha rifiutato di sottoporsi all'alcool test

Deteneva in casa un fucile automatico calibro 12 che apparteneva al padre, deceduto da anni, privo di copricanna in legno. Un 42enne di Mesagne è stato denunciato a piede libero per il reato di detenzione illegale di arma da sparo. La denuncia è scaturita da una perquisizione domiciliare effettuata dai carabinieri della locale stazione. Il fucile è stato sottoposto a sequestro. 

A San Donaci, invece, i carabinieri della locale stazione hanno denunciato a piede libero un 45enne del posto, per guida in stato di alterazione psico-fisica. I militari, in particolare, hanno sorpreso il 45enne alla guida di un’auto in evidente stato di alterazione psico-fisica. L’uomo si è quindi rifiutato di sottoporsi agli accertamenti sanitari per verificare l’eventuale assunzione di sostanze stupefacenti, con conseguente ritiro della patente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fucile in casa e automobilista in stato d'alterazione: due denunce

BrindisiReport è in caricamento