menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uno sorpreso in strada, l'altro in un locale pubblico: denunciati entrambi

Un 46enne di San Donaci denunciato per evasione. Un 47enne di San Pietro Vernotico per violazione degli obblighi

Uno è stato sorpreso sulla pubblica via. L’altro all’interno di un locale pubblico. Entrambi sono stati denunciati a piede libero, poiché non erano autorizzati a lasciare le rispettive abitazioni. Questa la sorte toccata a un 46enne di San Donaci e a un 47enne di San Pietro Vernotico, a seguito di controlli effettuati dai carabinieri delle locali stazioni. 

Evasione

Il primo, già sottoposto alla misura dei domiciliari, deve rispondere del reato di evasione.  Il 46enne nel corso del 2018 è stato più volte denunciato per lo stesso reato. Nel marzo 2018 venne sorpreso in strada senza giustificato motivo. Ed anche nel mese di gennaio 2018 era stato tratto in arresto per evasione dalla detenzione domiciliare. In quella circostanza, si era allontanato a bordo dell'autovettura Fiat Punto di un congiunto recandosi in Campi Salentina (Lecce). 

Nella cittadina leccese, vistosi riconosciuto anche in quella circostanza da un carabiniere libero dal servizio della stazione di San Donaci, a forte velocità era rientrato nella sua abitazione. Ma i militari nel frattempo si erano recati lì, sorprendendolo sotto le coperte con i vestiti ancora indossati ed intento a dialogare con i propri familiari come se nulla fosse accaduto.

Violazione obblighi

Il 47enne di San Pietro Vernotico, invece, è stato denunciato per violazione degli obblighi della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno. L’uomo è stato controllato all’interno di un locale pubblico a dialogare con soggetti gravati da condanne penali, in violazione alle prescrizioni imposte dalla misura di prevenzione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento