Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Truffe e violazioni degli obblighi: tre denunce e una misura cautelare

Due persone spariscono dopo aver intascato la somma per la vendita di cerchi per motocicletta. Un uomo attiva un contratto di fornituraelettrica intestandolo ad un'altra persona

Hanno messo in vendita dei cerchi per motocicletta, ma una volta incassata la somma di 350 euro, sono spariti. Un 27enne e un 35enne, entrambi di Crotone, sono i presunti responsabili dell’ennesima truffa online scoperta dai carabinieri. I due sono stati denunciati a piede libero dai militati della stazione di Villa Castelli, per il reato di truffa in concorso. Una volta intascata la somma, infatti, la merce non è stata spedita. 

Deve rispondere del reato di truffa anche un 34enne di San Pietro Vernotico, attualmente recluso in carcere per altri fatti, che nella prima decade di giugno, ha attivato un contratto per la fornitura di energia elettrica utilizzando la carta identità e il codice fiscale intestati a una donna di Porto Cesareo (Lecce), all’insaputa della stessa, facendo gravare nei suoi confronti le relative spese. L’uomo è stato denunciato a piede libero dai carabinieri della stazione di San Pietro Vernotico. 

A San Pancrazio Salentino, invece, i carabinieri hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare, emessa dal gip del tribunale di Brindisi, di un 45enne del posto. Il provvedimento è scaturito a seguito delle ripetute violazioni degli obblighi imposti dalla misura cautelare degli arresti domiciliari, cui era sottoposto, per reati i di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacente e resistenza a pubblico ufficiale. L’arrestato, al termine delle formalità di rito, è stato condotto presso la casa circondariale di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Truffe e violazioni degli obblighi: tre denunce e una misura cautelare

BrindisiReport è in caricamento