Cronaca

Bottigliate in un pub: due partecipanti già identificati

Un cittadino marocchino, un suo amico libico giù identificati, e due italiani ancora da individuare compiutamente, sono gli autori di una rissa che ha messo a soqquadro un pub di Ceglie Messapica l’altra sera

CEGLIE MESSAPICA - Un cittadino marocchino, un suo amico libico giù identificati, e due italiani ancora da individuare compiutamente, sono gli autori di una rissa che ha messo a soqquadro un pub di Ceglie Messapica l’altra sera, con richiesta di intervento al 113 e arrivo sul posto di una volante del commissariato di Ostuni. I due nordafricani sono stati raggiunti dai poliziotti al comando del commissario capo Gianni Albano mentre si facevano medicare presso il pronto soccorso dell’ospedale di Ostuni, per le lesioni riportate nello scontro con i due italiani. Entrambi sono stati giudicati guaribili in 10 giorni salvo complicazioni. Si tratta di A.S. e M.N., il primo nato in Marocco il secondo in Libia, entrambi di 26 anni.

Dagli accertamenti condotti sul posto dalla polizia, sembra che i nordafricani, il marocchino residente a Ostuni l’altro a San Michele Salentino, abbiano innescato la lite poi degenerata in scontro fisico, con apprezzamenti rivolti alle compagne dei due italiani. Come è stato successivamente stabilito dai medici del pronto soccorso, i due erano in stato di ebbrezza alcolica. Non c’è stato verso di placare gli animi: ben presto sono state impugnate bottiglie e altri oggetti contundenti, e solo il deterrente della polizia in arrivo ha indotto i due stranieri e gli italiani coinvolti a tagliare la corsa.

La strada del marocchino e del cittadino libico però si è fermata al pronto soccorso di Ostuni, dove erano stati condotti per varie ferite da taglio provocate forse dai cocci delle bottiglie (tutti e due sono stati dimessi dopo le medicazioni), mentre degli italiani, che per ora figurano come ignoti nella denuncia per rissa, per ora non vi sono tracce decisive. Ma gli agenti del commissariato non disperano di identificarli.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bottigliate in un pub: due partecipanti già identificati

BrindisiReport è in caricamento