menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Grave incidente sul lavoro fatto passare per infortunio domestico: due denunce

Indagati i due proprietari di una ditta edile di Cisternino che accompagnarono in ospedale un imbianchino che stava effettuando dei lavori per loro conto, dopo una caduta sul luogo di lavoro. L'infortunato versa tuttora in gravi condizioni presso l'ospedale di Lecce

CISTERNINO – Aveva dichiarato ai medici di essere caduto da una scala mentre faceva dei lavoretti presso la sua abitazione. Ma in realtà stava lavorando in nero per conto di una ditta edile di proprietà di due persone residenti a Cisternino un imbianchino di Ostuni che lo scorso 10 maggio si è presentato presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce, con un pluri-traumatismo diffuso ed la frattura del bacino, delle costole, della clavicola ed una sospetta lacerazione della milza.

L’uomo è tuttora ricoverato presso il nosocomio salentino, con prognosi riservata. Sono stati i poliziotti del commissariato di Ostuni a ricostruire l’esatta dinamica dei fatti, denunciando a piede libero i due imprenditori: il 34enne S.B. è accusato di lesioni personali colpose commesse con violazione delle norme nella prevenzione degli infortuni sul lavoro: il 63enne S.B. deve rispondere di favoreggiamento personale, avendo reso agli inquirenti dichiarazioni false volte a depistare le indagini.

Furono loro due, da quanto appurato dagli investigatori, ad accompagnare l’infortunato in ospedale, a bordo di un mezzo dell’azienda. L’incidente sul lavoro è avvenuto a marina di Pisticci (Matera), dove la ditta stava effettuando dei lavori. Non è stato semplice per gli agenti del commissariato risalire all’identità dei due soggetti che hanno trasportato l’ostunese in ospedale.  

Convocati dagli inquirenti, i due hanno dichiarato di aver soccorso l’imbianchino nei pressi della sua abitazione, dove era stato rinvenuto dolorante ad una gamba, seduto sui gradini della rampa della scala d’ingresso. Si tratta di una versione preconfezionata ad hoc, ma falsa, secondo la polizia.

Da quanto emerso durante le indagini, infatti, il lavoratore è caduto rovinosamente da un’altezza di circa quattro metri. Hanno preso parte all'inchiesta anche i poliziotti del commissariato di Pisticci, l’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Matera e il dipartimento Spesal dell’Asl di Matera. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento