Percorre più di mille chilometri con l'auto sotto sequestro: denunciato

Un 54enne sorpreso dai carabinieri mentre si trovava a bordo della sua Lancia Ypsilon, sequestrata nel gennaio 2019

FRANCAVILLA FONTANA – La sua auto era sottoposta a sequestro dall’inizio dell’anno, ma avrebbe continuato a utilizzarla, percorrendo 1.100 chilometri. E’ stato d enunciato per il reato di sottrazione di cosa sottoposta a sequestro un 54enne di Francavilla Fontana, al termine degli accertamenti investigativi effettuati dai carabinieri dell’aliquota radiomobile della locale compagnia. 

L’uomo è stato sorpreso dai militari mentre si trovava a bordo della sua Lancia Ypsilon, sottoposta a sequestro il 18 gennaio 2019, in quanto sprovvista della relativa copertura assicurativa. L’autovettura è stata sottratta al proprietario custode e affidata a ditta abilitata alla custodia giudiziale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Uomo ustionato con l'acido: la moglie ora è accusata di tentato omicidio

  • Bimbo di 10 anni si accascia in strada: un vigilante gli salva la vita

  • Temporale sulla città: strade allagate e case senza energia elettrica

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento