menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fermato al posto di blocco con una patente di guida clonata

Si tratta di un 40enne già noto alle forze dell'ordine che non ha mai conseguito la licenza per condurre veicoli

LATIANO – E’ stata la differenza dei dati anagrafici tra carta d’identità e patente di guida ad incastrare un soggetto di Latiano, già noto alle forze dell’ordine per i suoi trascorsi penali, rivelando che proprio il secondo dei due documenti era falso. Infatti l’uomo, un 40enne, non ha mai conseguito la patente di guida, quindi se ne era procurata una debitamente clonata.

Fermato ad un posto di blocco dei carabinieri della stazione di Latiano, la persona in questione ha consegnato al militare che gli aveva chiesto i documenti e la carta di circolazione dell’auto, la carta d’identità con all’interno anche il documento di guida. Il carabiniere ha notato subito che vi era una discordanza di dati, perciò sono stati avviati subito accertamenti tramite la banca dati a disposizione delle forze dell’ordine.

E’ risultato da questi controlli non solo che l’uomo non aveva mai con seguito la patente, ma anche che quella esibita riportava i dati anagrafici di un’altra persona di Latiano, ma residente in provincia di Bari, con l’unica differenza della foro, che era quella del soggetto fermato al posto di blocco. E’ scatta la denuncia  per molteplici reati, dal falso in atto pubblico commesso da privato, all’auso di atto falso, alla sostituzione di persona e alla ricettazione. Si sta ora verificando se con quella patente falsa siano stati commessi reati, come truffe ai danni di commercianti della zona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento