rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca San Vito dei Normanni

Depuratore e compostaggio: Vendola si confronta con i movimenti civici

Come promesso, il presidente delle Regione Puglia, Nichi Vendola, ha incontrato alcuni esponenti dei comitati (nel frattempo confluiti in un unico movimento) attivi sulle questioni riguardanti l'impianto di compostaggio previsto a Carovigno e il depuratore di Torre Guaceto

SAN VITO DEI NORMANNI – Come promesso, il presidente delle Regione Puglia, Nichi Vendola, ha incontrato alcuni esponenti dei comitati (nel frattempo confluiti in un unico movimento) attivi sulle questioni riguardanti l’impianto di compostaggio previsto a Carovigno e il depuratore di Torre Guaceto.

Il governatore aveva dato appuntamento agli attivisti nel municipio di San Vito dei Normanni, dove era già previsto un incontro politico sulle primarie del centrosinistra in vista delle elezioni regionali, al quale hanno preso parte anche candidato di Sel, il senatore Dario Stefano, e l’assessore regionale al Lavoro, Leo Caroli. Il confronto è andato avanti per circa mezz’ora (ben più dei 10 minuti preventivati).

Sul fronte del depuratore consortile di Bufalaria, Vendola ha spiegato di essere in attesa dei risultati degli studi scientifici effettuati nei terreni della IMG_5610-2riserva interessati dallo sversamento delle acque reflue. Questa attività vedrà impegnato anche il professore Ferdinando Boero, professore ordinario della facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali di Unisalento. Il comitato, dal canto suo, ha ribadito la richiesta di chiudere lo scarico di Torre Guaceto, manifestando la disponibilità a collaborare nella ricerca di soluzioni alternative.

La tutela dell’oasi, del resto, sta a cuore anche a Vendola, che in effetti ha ammesso come le problematiche legate all’impianto di Torre Guaceto meritino un’attenzione particolare rispetto altri depuratori attivi sul territorio regionale.

La stessa apertura al confronto è emersa anche sull’altro fronte caldo: quello dell’impianto di compostaggio. Anche qui, Vendola si è detto pronto ad accogliere eventuali proposte alternative formulate dalle associazioni e dai movimenti civici, sempre nel solco di un dialogo improntato alla tutela della’ambiente.

Il governatore ha dato inoltre la sua disponibilità a far incontrare alcuni rappresentanti del comitato (fra questi, Roberto Aprile, segretario provinciale del sindacato Cobas, Luigi D’Elia, presidente della compagnia Thalassia, e il professore Elio Lanzillotti, promotore del movimento costituitosi dopo l’attivazione del depuratore) con l’assessore regionale all’Ambiente, Angela Barbanente, il presidente del consiglio regionale, Onofrio Introna, e i capigruppo consiliari, prima della seduta del consiglio regionale in programma martedì, 14 ottobre.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Depuratore e compostaggio: Vendola si confronta con i movimenti civici

BrindisiReport è in caricamento