menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Deteneva animali in condizioni incompatibili con la loro natura": denunciato

Effettuato “sequestro di suini, avicoli e conigli non idonei al consumo umano” in azienda agricola di Mesagne

MESAGNE - I carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità di Taranto unitamente al personale e ai veterinari dell’Asl hanno denunciato un allevatore 66enne titolare di un’azienda zootecnica, poiché deteneva animali in condizioni incompatibili con la loro natura, nonché per l’attivazione di una discarica abusiva di rifiuti pericolosi.

Nell’ambito dell’attività ispettiva è stato riscontrato che i suini,  i polli e i conigli erano allevati in pessime condizioni igienco-sanitarie, nonché alimentati con scarti di macelleria privi di tracciabilità.

Nella circostanza aveva attivato sul terreno di pertinenza dell’azienda agricola una discarica abusiva di rifiuti pericolosi. Sono stati pertanto sequestrati 5 capi di suino, avicoli e conigli giudicati dal personale veterinario non idonei mal consumo umano e pertanto saranno avviati al successivo abbattimento e distruzione. Nello stesso contesto è stato sottoposto a sequestro un terreno di 14.000 mq ed è stata dichiarata l’inagibilità e la diffida all’utilizzo, dell’immobile adibito a privata abitazione poiché interessato da gravi carenze igienico sanitarie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento