Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Detenzione ai fini di spaccio, assolto: "La droga era per uso personale"

Non punibile per la particolare tenuità del fatto. Assolto dal reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, il 21enne sanpietrano Fabrizio Caputo

SAN PIETRO VERNOTICO – Non punibile per la particolare tenuità del fatto. Assolto dal reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, il 21enne sanpietrano Fabrizio Caputo arrestato dai carabinieri il 13 marzo del 2014 perché sorpreso insieme ad altri due individui di cui uno minorenne, a recuperare 62 grammi di marijuana suddivisa in dosi da una campagna situata in contrada Pana a San Pietro Vernotico.

In casa di Caputo i militari, durante la successiva perquisizione trovarono un bilancino di precisione. Il 21enne e l’altro maggiorenne furono posti agli arresti domiciliari e dopo due giorni tornarono in libertà in attesa del processo. Per il minore si aprirono le porte del centro di prima accoglienza per minorenni di Monteroni di Lecce.

Caputo, assistito dall'avvocato Dario Budano, aveva chiesto di essere giudicato con rito abbreviato che si è celebrato nella mattinata di ieri (martedì 10 maggio). Mentre nei confronti del presunto correo si procede separatamente per le vie ordinarie. L'accusa, rappresentata in udienza dal pubblico ministero Iolanda Daniela Chimienti, aveva chiesto la condanna del 21enne a un anno e quattro mesi di reclusione, oltre a duemila euro di multa. L'avvocato Budano, nel corso della discussione, ha evidenziato, invece, l'estraneità dell'imputato ai fatti contestati (il giovane ha dichiarato che la sostanza stupefacente era per uso personale) e la lieve entità della condotta (in riferimento alla quantità) chiedendo l'assoluzione.

Il giudice per le indagini preliminari Maurizio Saso, all'esito della discussione, ha pronunciato sentenza di assoluzione dichiarando l'imputato non punibile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenzione ai fini di spaccio, assolto: "La droga era per uso personale"

BrindisiReport è in caricamento