menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Detenzione e occultamento di due pistole e munizioni: arrestati zio e nipote

I militari della guardia di finanza sono risaliti alle persone che presumibilmente avrebbero detenuto e occultato due pistole modello “Tokarev Tt 33” calibro 7,62 e 74 cartucce che nel novembre del 2014 furono ritrovate nei pressi della litoranea a sud di Brindisi, in località Saline Punta della Contessa . Si tratta del brindisino Andrea Esposito, 50 anni, e di suo nipote Antonio Esposito, 25 anni

BRINDISI – I militari della guardia di finanza sono risaliti alle persone che presumibilmente avrebbero detenuto e occultato due pistole modello “Tokarev Tt 33” calibro 7,62 e 74 cartucce che nel novembre del 2014 furono ritrovate nei pressi della litoranea a sud di Brindisi, in località Saline Punta della Contessa . Si tratta del brindisino Andrea Esposito, 50 anni, e di suo nipote Antonio Esposito, 25 anni I due sono stati arrestati nella giornata di ieri (21 dicembre) in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip del tribunale di Brindisi, su richiesta della procura.

Per Andrea si sono aperte le porte della casa circondariale in via Appia. Antonio si trova invece recluso presso la propria abitazione in regime di domiciliari. Entrambi sono difesi dall’avvocato Gianvito Lillo. 

Le pistole e le munizioni vennero recuperate dai finanzieri nel novembre del 2014, a seguito di una serie di attività investigative scaturite da un inseguimento che si concluse con il sequestro di 400 chili di marijuana, sempre sulla litoranea a sud del capoluogo. La droga, proveniente dall'Albania, si trovava a bordo di un furgoncino. Sulla costa vennero trovati anche un gommone e un piccolo trattore utilizzati rispettivamente per trasportare la sostanza stupefacente lungo la traversata in mare e caricarla a bordo del furgoncino. Le persone coinvolte nello sbarco riuscirono a far perdere le loro tracce.

In occasione delle festività natalizie, intanto, le fiamme gialle hanno intensificato servizi di prevenzione e repressione. Negli ultimi giorni, sono stati sequestrati, con estensione sul territorio campano, oltre 16mila capi d’abbigliamento con marchio contraffatto.

Inoltre è stata rilevata la mancata emissione degli scontrini e delle ricevute fiscali con una percentuale del 41 per cento e sono state concluse verifiche fiscali con il recupero a tassazione di oltre 2,3 milioni di euro. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    A fuoco chiosco del pane, paura al quartiere Paradiso

  • Green

    Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

  • Emergenza Covid-19

    Covid: inarrestabile discesa dei ricoveri, ma ancora troppi decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento