Concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti: tre arresti

Si tratta di Raffaele Cretì 31 anni, della moglie Emanuela Murrone 37 anni, di Torchiarolo, e del 37enne di Squinzano Giuseppe Fortunato

TORCHIAROLO - Nella mattina di oggi, venerdì 17 luglio a Torchiarolo e Squinzano (Le), i carabinieri della compagnia di Brindisi, collaborati nella fase esecutiva dal Nucleo Cinofili Carabinieri di Modugno (Ba), hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, agli arresti domiciliari e di applicazione dell’obbligo di dimora – emessa dal Gip del Tribunale di Brindisi su richiesta della locale Procura della Repubblica – nei confronti di 3 soggetti, ritenuti responsabili, a vario titolo, di concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, con l’aggravante della recidiva per uno di essi.

Foto operazione Torchiarolo (4)-2

Si tratta di Raffaele Cretì 31 anni, della moglie Emanuela Murrone 37 anni, di Torchiarolo, e del 37enne di Squinzano Giuseppe Fortunato. I primi due sono difesi dagli avvocati Vincenzo Serinelli e Federica Faggiano. Cretì è stato trasferito in carcere mentre la moglie è stata posta ai domiciliari. Fortunato, difeso dall'avvocato Giuseppe Presicce, è stato sottoposto all'obbligo di dimora. 

L’indagine, condotta dal gennaio 2019 a gennaio scorso, anche tramite attività tecnica, ha consentito di:  documentare uno spaccio di sostanze stupefacenti (oltre 40 cessioni fra hashish e marijuana) con acquirenti provenienti soprattutto dalla provincia di Lecce, in particolare Surbo, Galatina, Gallipoli. 

Foto operazione Torchiarolo (3)-2

Sequestrare complessivamente 7,510 chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana” e più di 50 grammi di “hashish”, nonché molteplice materiale per la coltivazione della marijuana ed il confezionamento dello stupefacente.

Nello stesso contesto sono state seguite ulteriori perquisizioni domiciliari nei confronti di indagati non colpiti dalla presente misura.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento