Detenzione ai fini si spaccio di sostanze stupefacenti: un arresto a Mesagne

Eseguita ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Lecce

MESAGNE - I carabinieri della stazione di Mesagne hanno dato esecuzione, presso la casa circondariale di Brindisi, all’ordinanza di applicazione della custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Lecce, nei confronti di Donato Zanzarelli, 36enne di Oria già recluso a seguito di un arresto avvenuto il 27 maggio scorso, per detenzione ai fini si spaccio di sostanze stupefacenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il provvedimento è scaturito a seguito della richiesta di aggravamento avanzata dai militari, poiché in occasione di quell'arresto, in flagranza di reato, l’uomo si trovava già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari per altri fatti delittuosi sempre in ambito di stupefacenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento