menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A ultraottantenne arriva il conto della giustizia: 15 anni di carcere

Salvatore Simone di San Donaci trasferito per ora alla casa circondariale di Brindisi. Truffava soprattutto extracomunitari e autosaloni

SAN DONACI – Anche se hai 86 anni, ma hai dei conti in sospeso, la legge può bussare alla tua porta per presentarti il saldo dovuto. Così  Salvatore Simone è stato prelevato dai carabinieri della stazione di San Donaci in conseguenza del passaggio in giudicato di una serie di condanne connesse a reati commessi tra il 2000 e il 2014.

Il totale della pena da scontare, calcolato dall’ufficio esecuzioni penali della Procura di Brindisi, è di ben 15 anni e sei mesi, e i militari hanno trasferito Salvatore Simone nel carcere di via Appia a Brindisi. E’ immaginabile che il suo avvocato sia già al lavoro per ottenere intanto che la pena venga scontata agli arresti domiciliari.

Simone Salvatore classe 1933-2Questo cumulo di pene è legato principalmente – fanno sapere i carabinieri del comando provinciale di Brindisi – ad una serie di truffe commesse ai danni di cittadini extracomunitari, circostanze di ricettazione ed di evasione dagli arresti domiciliari. Insomma, malgrado l’età, sino a non molto tempo fa Salvatore Simone si dava piuttosto da fare.

I reati sono stati commessi tra San Donaci, Torre Santa Susanna e Brindisi nell’arco temporale predetto. Le truffe architettate da Salvatore Simone avevano come bersaglio persone provenienti da paesi africani, alle quali Simone aveva promesso la locazione di un appartamento non di sua proprietà facendosi consegnare alcune mensilità anticipate, senza poi che i locatari perfezionassero il contratto.

Altre volte si era fatto pagare sempre da cittadini extracomunitari  per seguire in Prefettura le loro pratiche di emersione dal lavoro irregolare, truffandoli.  Sempre restando nel campo delle truffe, ma con l’aggiunta della ricettazione, ci sono poi circostanze di acquisto di auto con assegni rubati.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento