rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Dichiarazione da 2,5 milioni pronta ma non consegnata, farmacia sotto indagine

BRINDISI – Redditi non dichiarati al fisco per un ammontare di circa 2,5 milioni di euro e 15 mila euro di Iva (imposta sul valore aggiunto) evasa. Finisce sotto la lente del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza una delle farmacie più note e frequentate di Brindisi, condotta all'epoca dei fatti contestati dall'omonimo ex titolare, il dottore Luigi Rubino che l'anno scorso ha ceduto a terzi l'attività. I militari – guidati dal maggiore Gabriele Sebaste – hanno avviato le indagini sulla farmacia Rubino dopo la mancata dichiarazione dei redditi relativa al 2009.

BRINDISI - Redditi non dichiarati al fisco per un ammontare di circa 2,5 milioni di euro e 15 mila euro di Iva (imposta sul valore aggiunto) evasa. Finisce sotto la lente del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza una delle farmacie più note e frequentate di Brindisi, condotta all'epoca dei fatti contestati dall'omonimo ex titolare, il dottore Luigi Rubino che l'anno scorso ha ceduto a terzi l'attività. I militari - guidati dal maggiore Gabriele Sebaste - hanno avviato le indagini sulla farmacia Rubino dopo la mancata dichiarazione dei redditi relativa al 2009.

Dichiarazione consegnata puntualmente negli anni precedenti, eccetto che per l'anno fiscale 2009 in cui confluiscono i ricavi dell'anno precedente. I militari hanno scoperto che la documentazione - con la registrazione dei costi e dei ricavi - era pronta, ma non era stata trasferita all'Agenzia delle Entrate, che non ricevendo comunicazione, ha messo in moto i finanzieri. L'ex titolare della farmacia è stato così segnalato all'autorità giudiziaria che dopo la verifica dell'ammontare dell'imposta evasa potrebbe anche procedere alla sua denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dichiarazione da 2,5 milioni pronta ma non consegnata, farmacia sotto indagine

BrindisiReport è in caricamento