rotate-mobile
Cronaca

Diecimila false "Converse" dall'Asia via Canada e Verona: denunciato brindisino

VERONA – Triangolazioni nordamericana e poi veronese per un carico di circa 10mila paia di scarpe con il marchio contraffatto “Converse Al l Star” (controllato dalla Nike) destinate ad un committente brindisino che è stato denunciato per falsificazione di marchi, importazione di articoli contraffatti e ricettazione. L’operazione è stata condotta dalla Guardia di Finanza di Verona che già nel 2010 aveva scoperto e smantellato una rete che si estendeva sino a Brescia e Peschiera del Garda, ma composta da importatori e commercianti di origine cinese. Questa volta la pista portava invece sino ad una società di Brindisi, mentre un’altra società ancora si era occupata del deposito provvisorio della partita di false “Converse” in un centro di stoccaggio di Oppeano.

VERONA - Triangolazioni nordamericana e poi veronese per un carico di circa 10mila paia di scarpe con il marchio contraffatto "Converse All Star" (controllato dalla Nike) destinate ad un committente brindisino che è stato denunciato per falsificazione di marchi, importazione di articoli contraffatti e ricettazione. L'operazione è stata condotta dalla Guardia di Finanza di Verona che già nel 2010 aveva scoperto e smantellato una rete che si estendeva sino a Brescia e Peschiera del Garda, ma composta da importatori e commercianti di origine cinese. Questa volta la pista portava invece sino ad una società di Brindisi, mentre un'altra società ancora si era occupata del deposito provvisorio della partita di false "Converse" in un centro di stoccaggio di Oppeano.

La Finanza ha sequestrato oltre 10mila calzature ed accessori per il confezionamento con marchio «Converse All Star» contraffatto. Il grosso quantitativo di calzature contraffatte era costituito da fedelissime riproduzioni delle scarpe originali, ed era arrivato in Italia direttamente dal Canada . Ma le scarpe erano partite dal side-est asiatico, dove erano state prodotte certamente sulla base dei know-how originali. La società addetta allo stoccaggio, con sede operativa nella Bassa Veronese, avrebbe dovuto consegnare le calzature ad una terza società, con sede a Brindisi, che aveva il compito di preparare e consegnare i prodotti alla clientela.

Il valore commerciale della merce sequestrata dalla Guardia di Finanza di Verona ammonta ad oltre 160.000 euro. Ai finanzieri, con l'autorizzazione del magistrato inquirente, sono stati affiancati funzionari della Nike Italia per valutare il livello di contraffazione applicato alle scarpe intercettate a Oppeano. Il legale rappresentante della società brindisina, importatore degli esemplari contraffatti, ritenuto responsabile dell'importazione e commercializzazione dei prodotti, è stato denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Verona per contraffazione di marchi registrati e ricettazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diecimila false "Converse" dall'Asia via Canada e Verona: denunciato brindisino

BrindisiReport è in caricamento