Diga, giovane trovato in una pozza di sangue: portato in ospedale

Intervento di 118, vigili del fuoco, Polizia e guardie giurate della Securpool. Soccorsi chiamati da una donna

BRINDISI - Intervento di 118, vigili del fuoco, Polizia e guardie giurate della Securpool alla diga di Punta Riso a Brindisi dove un uomo è stato trovato in una pozza di sangue. A chiamare i soccorsi una donna che stava facendo footing. L’uomo era disteso precisamente nel tratto finale della diga Bocche di Puglia, nei pressi della strada per Forte a Mare, dove si assiepano i pescatori.

polizia diga-2

Sono stati i sanitari del 118 a richiedere l’intervento dei vigili del fuoco e della Polizia. Era necessario aprire il cancello per permettere all'ambulanza di entrare. Dopo i primi interventi sul posto, il malcapitato è stato portato in ospedale. Indagini sono in corso per ricostruire le circostanze della vicenda. Da quanto si apprende potrebbe trattarsi di un tentativo di suicidio. Si tratta di un ragazzo di 28 anni di origini rumene, aveva tagli sulle braccia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Puglia in zona gialla: dagli spostamenti alle aperture di bar, ristoranti e negozi, le regole fino al 15 gennaio

Torna su
BrindisiReport è in caricamento