Diritto d'autore in un "clic"

BRINDISI - Scrivere con la luce è quello che facciamo ogni volta che fissiamo i momenti più belli della nostra vita in una fotografia.

Emilio Graziuso

BRINDISI - Scrivere con la luce è quello che facciamo ogni volta che fissiamo i  momenti più belli della nostra vita in una fotografia. Nata, infatti, dagli studi sulla luce e sull’ottica, la fotografia, considerata una forma d’arte a tutti gli effetti, può essere l’espressione di una sensazione, di un’emozione trasmessa dal fotografo in un determinato momento o, molto più semplicemente, la riproduzione (oggi digitale) della realtà circostante.

Della mondo della fotografia e dei problemi legati al diritto d’autore, si è discusso ieri in un seminario organizzato presso l’auditorium dell’ex convento Santa Chiara e intitolato “Il diritto d’autore e la fotografia nell’epoca dei social network”. Ad aprire il seminario è stato il presidente dell’associazione fotografica Cantierimmagine di Brindisi, Angelo Pezzolla, che ha dialogato con un relatore molto esperto, l’avvocato Emilio Graziuso. Graziuso ha esaminato gli aspetti fondamentali della materia del diritto d’autore, sconosciuta ai più e trattata esclusivamente dai tribunali dei capoluoghi di regione, e della tutela della fotografia in internet.

La legge n. 633 del 22 aprile 1941, la differenza tra opera fotografica e fotografia semplice per il legislatore, il cosiddetto “furto” dell’immagine, i diritti che si possono vantare sulle due tipologie di foto (diritto patrimoniale e diritto morale), la necessità dell’inserimento della data, del nome e cognome dell’autore della fotografia per poterne eventualmente rivendicare la paternità, i parametri per il risarcimento economico che un fotografo può ottenere, l’utilizzabilità dell’opera a seguito della vendita (cioè se l’autore, dopo aver venduto l’opera può ancora apporre il proprio nome), la manipolazione delle foto e le tecniche di tutela per le foto digitali sono stati gli argomenti che Emilio Graziuso ha esposto al pubblico presente nell’auditorium.

Il seminario è stato organizzato nell’ambito della decima edizione del festival della fotografia in Puglia, FotoArte 2013. Il programma di questa bella manifestazione dedicata alla fotografia iniziata il 25 maggio e che terminerà il 4 agosto, coinvolge quest’anno sette città pugliesi (Taranto, Statte, Salice Salentino, Gioia del Colle, Brindisi, Manduria, Casarano) e alcune associazioni fotografiche (Il castello-Taranto, Controluce- Statte, Fotofucina- Salice Salentino, Officine fotografiche- Gioia del Colle, Punti di vista- Manduria, Photosintesi- Casarano). Per Brindisi, l’associazione coinvolta è Cantierimmagine, Il festival, ideato dal circolo fotografico “Il castello” di Taranto, presieduto da Raimondo Musolino, propone nelle sette città pugliesi quattordici mostre con più di cinquecento immagini, otto seminari, quattro workshop, un bookshop e il reflexbar.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il seminario tenutosi ieri è solo il primo dei contributi che Cantierimmagine apporta nell’ambito del festival FotoArte di quest’anno. Gli altri eventi organizzati dall’associazione fotografica brindisina si terranno, infatti,  il 22 e il 23 giugno, dalle 9.00 alle 18.00, a Palazzo Guerrieri con un workshop  curato da Sergio De Riccardis e Lorenzo Papadia e intitolato “Fotografia e progetto: percorsi d’autore dall’editing alla stampa” (per info e costi 320- 02.12.929 )  e dal 21 luglio al 4 agosto con una mostra collettiva dei circoli fotografici intitolata “La ricerca, il viaggio” che sarà inaugurata alle ore 18.00 nella sala espositiva della ex Corte d’assise. La mostra sarà visitabile dalle  9.00 alle 13.00 e dalle 17.00 alle 21.00.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aveva smarrito la bici e scritto un biglietto per ritrovarla: la polizia gliene regala una nuova

  • La spiaggia libera? E' mia, e me la gestisco io

  • Dal cantiere alle campagne: arrestati i vertici dell'Anonima rifiuti

  • Furti d'auto in trasferta: identificati e arrestati due brindisini

  • Cellino San Marco. Una nuova tenda pneumatica per la Croce Rossa di Puglia

  • Era senza, gli prestano mascherina. Il capotreno lo fa scendere

Torna su
BrindisiReport è in caricamento