Disabili appiedati a S.Pancrazio

SAN PANCRAZIO SALENTINO – Cinque ragazzi diversamente abili di San Pancrazio che frequentano “La Nostra Famiglia” di Brindisi, da settembre non possono più raggiungere la struttura a bordo del pulmino messo a disposizione dalla Omnic (Opera Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) perchè la convenzione tra l'associazione e il Comune di San Pancrazio è scaduta il 31 luglio scorso e non è più stata rinnovata per motivi di natura economica.

La sede della Omnic a S.Pancrazio Salentino

SAN PANCRAZIO SALENTINO – Cinque ragazzi diversamente abili di San Pancrazio che frequentano “La Nostra Famiglia” di Brindisi, da settembre non possono più raggiungere la struttura a bordo del pulmino messo a disposizione dalla Omnic (Opera Nazionale Mutilati e Invalidi Civili) perchè la convenzione tra l'associazione e il Comune di San Pancrazio è scaduta il 31 luglio scorso e non è più stata rinnovata per motivi di natura economica.

La Omnic, rappresentata da Roberto Rolle, non sarebbe più disposta a effettuare il servizio per una somma totale di 1500 euro, per il rinnovo della convenzione, il 22 agosto scorso avrebbe fatto un'offerta di 9600 euro, somma che il Comune di San Pancrazio non sarebbe disposto a sborsare, offrendo a sua volta 3200 euro. Questo, almeno, è quanto spiega il coordinatore del Movimento Autonomo di Base, il commerciante Oronzo Micelli a cui i genitori si sono rivolti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E' comprensibile che con quella somma l'Onmic, dati i costi di gestione, non può farcela ma una soluzione si deve trovare”. Il disagio vero e proprio è solo delle famiglie dei cinque portatori di handicap che fino a qualche mese fa usufruivano del servizio per trasportare i propri figli al centro di riabilitazione brindisino e che ora devono affrontare a proprie spese il trasporto presso “La nostra famiglia”. Spese che non tutti sono in grado di affrontare.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brindisi usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento