Inquinatori senza scrupoli: ennesimo scempio ambientale in città

Una discarica abusiva a pochi passi dalle abitazioni in via dei Mestieri, al rione Sant'Elia. Abbandonati rifiuti di ogni tipo

Cumuli di guaine sono stati abbandonati su una distesa di mattoni e scarti di materiale edile. Circondati dalle erbacce, in via dei Mestieri, al rione Sant’Elia, giacciono rifiuti di ogni tipo, perlopiù di provenienza domestica. Questa indecente discarica a cielo aperto si trova a ridosso di alcune villette. Nel raggio di poche decine di metri sorgono delle palazzine. Si è al confine fra la campagna e il centro abitato. La zona è in balia di inquinatori senza scrupoli. I segni degli incendi sono evidenti. Il sito è stato trasformato in una delle tante bombe ecologiche di cui è disseminata la città. Una situazione vergognosa e inaccettabile. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro sulla provinciale: muore un bambino di 16 mesi

  • Scontro fra auto e scooter sulla provinciale: muore il motociclista

  • Coronavirus, nuovo picco di contagi: 33 casi in Puglia, 4 nel Brindisino

  • Nuova ordinanza regionale: obbligo di mascherina anche in spazi all'aperto

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Marito aggredito con l'acido: la moglie non parla davanti al giudice

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento