menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Discarica abusiva a pochi passi dal mare: denuncia e sequestro

Un uomo di 52 anni è stato denunciato per attività di gestione di rifiuti non autorizzata

BRINDISI - Intervento congiunto della stazione carabinieri Forestale di Brindisi e della stazione carabinieri di Brindisi-Casale, nella zona detta “Betlemme” nei pressi del litorale Nord della città dove è stata trovata una discarica a cielo aperto.  

Sottoposta a sequestro penale probatorio tutta l’ area interessata dai cumuli, per un volume complessivo di circa 15 metri cubi. Il proprietario, dimorante nell’ abitazione attigua S.F. di  52 anni, è stato denunciato per attività di gestione di rifiuti non autorizzata, ai sensi dell’ art. 256, comma 1, lett. a) del Decreto legislativo n. 152 (“Testo Unico Ambientale”), considerando anche lo smaltimento abusivo, presumibilmente nei terreni circostanti, dei reflui domestici raccolti nella “fossa Imhoff”, e per cui non è stato esibito alcun documento (“formulario di identificazione”) giustificativo di regolare svuotamento e conferimento ad impianto di depurazione autorizzato. 

La contrada è stata spesso oggetto di azioni dell’Arma, essendo caratterizzata da un’espansione edilizia sviluppatasi abusivamente negli anni passati, e per lo più non servita da opere di urbanizzazione primaria (soprattutto rete fognaria).

Questa volta i militari si sono imbattuti in una situazione in cui, all’esterno di un’abitazione, si notavano cumuli di rifiuti metallici (soprattutto Raee, cioè rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, come lavatrici, televisori, ecc.), oltre a pneumatici fuori uso, cerchi per ruote, resti di infissi e mobili in legno, a formare un deposito incontrollato di cospicue dimensioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento