Discarica piena di eternit sequestrata a San Pietro

SAN PIETRO VERNOTICO - Circa 3 mila metri quadrati di scarica con rifiuti pericolosi è stata sequestrata a San Pietro Vernotico dalla guardia di finanza questa mattina. L'area era stata adibita a discarica abusiva ma i responsabili restano ancora ignoti.

SAN PIETRO VERNOTICO -  Circa 3 mila metri quadrati di scarica con rifiuti pericolosi è stata sequestrata a San Pietro Vernotico dalla guardia di finanza questa mattina. L'area era stata adibita a discarica abusiva ma i responsabili restano ancora ignoti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al suo interno erano stoccate tonnellate di rifiuti speciali pericolosi tra cui lastre di eternit, elettrodomestici e pneumatici. Non si conoscono ancora le modalità con cui il materiale veniva scaricato nel terreno sottoposto a sequestro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Uomo ustionato con l'acido: la moglie ora è accusata di tentato omicidio

  • Rapina in pieno giorno: banditi armati di taglierino assaltano banca

  • Temporale sulla città: strade allagate e case senza energia elettrica

  • Covid: nuovo picco di casi in Puglia. Nel Brindisino altri due contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento