menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti: Falzarano pronta a subentrare entro la fine della settimana

Il Tar ha respinto la richiesta di sospensiva avanzata dalla ditta Ecologica Pugliese, che ha impugnato il bando di gara. Fra mercoledì e giovedì il passaggio di personale

BRINDISI – Entro la fine della settimana, salvo imprevisti, la ditta “Ecologia Falzarano” assumerà le redini del servizio di raccolta dei rifiuti e di nettezza urbana per conto del Comune di Brindisi. Nella mattinata odierna il Tar di Lecce ha respinto la richiesta di sospensiva dell’affidamento formulata dall’attuale gestore, la società Ecologica Pugliese, in attesa del giudizio di merito riguardante l’impugnazione del bando di gara indetto dall’amministrazione comunale.

Il Comune di Brindisi aveva presentato le sue controdeduzioni nella giornata di ieri (13 febbraio), dopo che lo stesso tribunale amministrativo aveva congelato per cinque giorni l’affidamento all’azienda di Benevento. Come si procede, dunque, adesso? Per la giornata di domani è previsto un incontro fra i tecnici comunali e i rappresentanti della Falzarano, fra cui il referente brindisino Massimiliano Oggiano. Per il giorno successivo, con ogni probabilità, la ditta convocherà i lavoratori per il passaggio di personale, cui farà seguito il passaggio di cantiere. I mezzi dell’azienda campana (gran parte dei quali di sua proprietà) sono già in viaggio verso Brindisi.

Il cantiere, da quanto appreso, verrà stabilito in un piazzale dato in affitto dai proprietari dell’autolavaggio Scapecchi. Si tratta di un’area di oltre 7mila metri quadri confinante con il rione Sant’Elia che a breve, da quanto riferito dall’azienda, verrà attrezzata con spogliatoi, servizi igienici e docce per il personale. 

La Falzarano è stata l’unica a partecipare al bando (si tratta di un appalto biennale che farà da ponte al maxi bando decennale dei comuni dell’Aro di cui fa parte il capoluogo, ancora in alto mare) con ribasso unico dello 0,24 per cento sul canone proposto dal Comune di Brindisi per gestire il servizio di raccolta dei rifiuti.

L’azienda, sede legale ad Airola, gestirà il servizio a fronte di un canone complessivo pari a 31.125.492,53 euro, per il prossimo biennio. Dalla nuova gestione dipenderanno igiene urbana e Tari, la tassa sui rifiuti che il Comune spera di non aumentare, dopo il ritocco all’insù dell’ultimo anno che ha portato Brindisi in testa alla classifica nazionale.

Ecologica Pugliese, approdata a Brindisi nel novembre 2013 con ordinanza contingibile e urgente dell’allora sindaco Consales, la scorsa settimana ha presentato ricorso contro il bando, avendovi riscontrato “un’errore nell’attribuzione del conteggio” già contestato a gennaio al Comune di Brindisi.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento