Minacce e maltrattamenti: dovrà stare lontano dalla compagna e dai figli

Emesso un divieto di avvicinamento nei confronti di un 64enne. La vittima ha sporto diverse querele in commissariato

OSTUNI - Una nuova vicenda di ingiurie, aggressioni e minacce protrattesi per anni porta all’emissione di un divieto di avvicinamento. Il destinatario della misura cautelare, emessa dal gip del tribunale di Brindisi, è un 64enne di Ostuni. L’uomo deve rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti della compagna convivente. Le indagini sono state condotte dai poliziotti del commissariato della Città Bianca. Da quanto appurato dagli investigatori, l’indagato sarebbe responsabile di condotte di violenza, aggressioni fisiche e verbali, ingiurie e minacce, anche alla presenza di figli minori, tanto da indurre la donna a formalizzare una pluralità di denunce e querele in quanto sottoposta a continue sofferenze, preoccupazioni e ad un disagio incessante. 

La misura coercitiva personale del divieto di avvicinamento trae origine quindi dalle denunce sporte dalla persona offesa e dalla costante attività svolta dalla Polizia Giudiziaria del Commissariato di P.S. di Ostuni, nell’ambito della procedura prevista dal cd. “codice rosso” per la tutela e protezione delle vittime di violenza domestica.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Temperature in calo: allerta neve anche in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento