Denunciato dalla vittima, divieto di avvicinamento per lo stalker

E' un uomo della provincia di Brindisi che ossessionava da tempo una giovane donna di Lecce

La questura di Lecce

LECCE – Lo stalker perde la testa, e scambia i poliziotti che stanno indagando su di lui per gente inviata dalla vittima per indurlo a più miti consigli. Cade così il tentativo di un uomo della provincia di Brindisi di fare ricadere sulla donna che lo aveva denunciato per atti vessatori, e nei confronti del quale - su richiesta del pm Maria Rosaria Micucci – il giudice delle indagini preliminari ha emesso un’ordinanza di divieto di avvicinamento, la responsabilità di comportamenti rivelatisi inesistenti.

Erano invece reali e concreti gli episodi di stalking riferiti dalla vittima ai poliziotti della Divisione anticrimine della questura di Lecce, alcuni dei quali registrati in diretta dagli investigatori: mentre la donna si trovava negli uffici della Polizia di Stato dive si era recata per chiedere protezione, infatti sul cellulare continuava a ricevere messaggi del suo persecutore.

La storia era cominciata quando la giovane donna leccese aveva avuto una collaborazione lavorativa con la persona in questione, divenuta anche rapporto di semplice amicizia. Ma l’uomo non si accontentava, voleva a tutti i costi che tutto ciò si tramutasse in relazione sentimentale. Malgrado i ripetuti rifiuti ricevuti, lo stalker ha dato il via ad una sequenza di pressioni persecutorie, con telefonate e messaggi anche notturni, e con ambascerie affidate ad amici.

Del tentativo di ribaltare la frittata è stato già detto: l’autore degli atti vessatori accusava la sua vittima di aver inviato degli uomini prima a minacciarlo telefonicamente e poi fisicamente, “senza sapere che gli accusati erano i poliziotti che stavano svolgendo le indagini”, spiega la polizia in un comunicato. Ascoltati anche alcuni testi e persone informate dei fatti, la polizia ha consegnato l’esito delle indagini alla procura salentina. Ora lo stalker dovrà girare al largo e cessare di avere qualsiasi genere di contatto con la vittima, pena l’arresto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Focolaio Polignano, salgono a 168 i positivi: 5 sono a Villa Castelli e 2 ad Ostuni

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

  • Chiedono i documenti: poliziotti aggrediti con calci e pugni in stazione

  • Lecce, shopping nel centro commerciale senza pagare: arrestata una brindisina

  • Vandali scatenati: appiccati tre incendi nella scuola materna

  • Torchiarolo perde lo storico panettiere "Tore": una vita dedicata al lavoro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento