menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto in farmacia, video pubblicato su Facebook: "Aiutateci a trovare i ladri"

Un uomo e una donna hanno rubato creme per 700 euro all'interno della farmacia Capochiani di corso Garibaldi. Il titolare dell'attività ha divulgato su Facebook il video ripreso dalle telecamere si sorveglianza. Non è il primo caso

FASANO – “Aiutateci a individuare questa coppia”. Questo l’appello lanciato sulla proprio profilo Facebook dalla farmacia Capochiani di corso Garibaldi, nel centro di Fasano, dopo il furto subito alcuni giorni fa. I gestori dell’esercizio commerciale hanno pubblicato un video in cui si vedono i presunti ladri in azione.

Si tratta di un uomo e di una donna che entrano a volto scoperto nella farmacia, fingendosi comuni clienti. I due si dirigono verso il reparto cosmetici. Entrambi sono a volto scoperto. Nel locale c’è un dipendente che mette ordine ad alcuni scaffali. Mentre l’uomo si guarda intorno con fare circospetto, la donna riempie la borsa di costose creme e cosmetici. Dopo un paio di minuti, se ne vanno.

Il personale non si è accorto subito del furto. Solo attraverso le immagini riprese dall’occhio elettronico puntato proprio verso i malfattori, i proprietari hanno ricostruito l’accaduto. L’ammontare del bottino è pari a circa 700 euro. I carabinieri della locale compagnia, intervenuti per i rilievi del caso, nutrono il sospetto che i due possano aver perpetrato altri furti dello stesso tipo nella zona.

I controlli attraverso il database delle forze dell’ordine finora non hanno dato riscontro. Per questo i farmacisti hanno deciso di rivolgersi al popolo di Facebook. “Chiunque sia in possesso di informazioni utili alla loro individuazione – si legge sulla pagina social – è pregato di telefonare in farmacia (080.4413185), oppure di rivolgersi direttamente ai Carabinieri della Stazione di Fasano (080.4386600)”.

Sta diventando un’abitudine, del resto, quella di esporre i ladri alla gogna di Facebook, nella speranza di riuscire a identificarli. Questa strada è già stata battuta dal proprietario di un negozio di telefonini di Latiano che lo scorso 29 giugno ha divulgato le immagini di un furto di smart phone perpetrato all’interno del suo negozio e da un orefice di Lecce che il giorno successivo (30 giugno subì) una rapina. In entrambi i casi lo stratagemma ha funzionato, perché sia i ladri di telefonini (inseguiti sulla superstrada dallo stesso proprietario, dopo un’imbeccata ricevuta da un cittadino che aveva visto il video) che i rapinatori (brindisini), sono stati individuati dalle forze dell’ordine. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento