Prescrizioni violate: nuovi guai per un uomo coinvolto nell'inchiesta Bronx

Il 26enne Korado Shahini, sottoposto ai domiciliari in provincia di Roma, è stato condotto nuovamente in carcere

SAN VITO DEI NORMANNI – Dai domiciliari al carcere il 26enne Korado Shahini, di origine albanese, arrestato lo scorso gennaio nell’ambito dell’inchiesta Bronx. L’uomo avrebbe più volte violato le restrizioni previste dalla misura cautelare cui era sottoposto nel Comune di Monteporzio Catone, in provincia di Roma. Per questo il tribunale di Brindisi ha emesso a suo carico un’ordinanza di aggravamento del provvedimento restrittivo. L’arresto è stato eseguito dai carabinieri del Norm della compagnia di San Vito dei Normanni.

Il blitz Bronx scattò all’alba del 30 gennaio 2020.  Shahini tentò di sottrarsi alla cattura rifugiandosi presso l’abitazione di un conoscente residente a Ostuni. Ma il giorno successivo i carabinieri e i poliziotti del commissariato della Città Bianca lo rintracciarono. Il 26enne è coinvolto nell’inchiesta Bronx per il reato di detenzione di sostanze stupefacenti. L’indagine, condotta dai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni, ha fatto luce su una serie di episodi si spaccio e di tentativi di estorsione, oltre a un tentativo di corruzione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Diffonde immagini intime di una donna: arrestato per revenge porn

  • Covid, Puglia: la curva non si abbassa, 32 nuovi decessi

  • Coronavirus, alto il numero dei decessi in Puglia: sono 52

Torna su
BrindisiReport è in caricamento