Cronaca

Scafista brindisino patteggia 3 anni e 4 mesi e ottiene arresti domiciliari

Il giudice dell’udienza preliminare Annalisa De Benedictis ha condannato stamani alla pena di 3 anni e 4 mesi, col patteggiamento, lo scafista brindisino Giuseppe Ferente di 32 anni, difeso dall’avvocato Daniela D’Amuri la quale, già nella giornata di ieri, aveva ottenuto per Ferente l’assegnazione agli arresti domiciliari

BRINDISI – Il giudice dell’udienza preliminare Annalisa De Benedictis ha condannato stamani alla pena di 3 anni e 4 mesi, col patteggiamento, lo scafista brindisino Giuseppe Ferente di 32 anni, difeso dall’avvocato Daniela D’Amuri la quale, già nella giornata di ieri, aveva ottenuto per Ferente l’assegnazione agli arresti domiciliari. Pm di udienza, il sostituto procuratore Guglielmo Cataldi. Ferente, arrestato il 13 febbraio scorso dalla Guardia di Finanza, era imputato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

I fatti si erano svolti nella notte tra il 12 e il 13 febbraio, quando il grosso gommone con due motori entro-fuoribordo pilotato dal brindisino era stato inquadrato nel Canale d’Otranto dai dispositivi di ricerca elettronica del pattugliatore P02 “Denaro”, che aveva poi guidato sul punto mezzi del Gruppo aeronavale di Taranto e del Reparto operativo aeronavale di Bari. Il gommone era stato intercettato poco dopo la mezzanotte a 25 miglia nautiche da Santa Maria di Leuca, proveniente dalla Grecia. E manteneva una velocità di circa 15 nodi.

Il battello, attorno alle 6, aveva poi raggiunto la scogliera di Marina di Andrano e vi aveva sbarcato 14 migranti siriani, per tentare immediatamente dopo la fuga davanti ai mezzi navali della Guardia di Finanza, ma era stato raggiunto e bloccato. Ai comandi, il brindisino Giuseppe Ferente, subito tratto in arresto. Un altro scafista brindisino, Domenico Coluccello di 55 anni, è stato arrestato il 14 giugno scorso presso Santa Maria di Leuca, mentre trasportava 14 migranti di nazionalità irachena.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scafista brindisino patteggia 3 anni e 4 mesi e ottiene arresti domiciliari

BrindisiReport è in caricamento