Cronaca Ceglie Messapica

Donna morta con i figli: non ancora chiare le cause del decesso di uno dei bimbi

Serviranno ulteriori esami per stabilire il decesso del secondo neonato trovato senza vita nella casa di Ceglie Messapica dove lunedì scorso è morta la 27enne rumena Roxana Michala Rapasu e la figlia appena nata

CEGLIE MESSAPICA – Serviranno ulteriori esami per stabilire il decesso del secondo neonato trovato senza vita nella casa di Ceglie Messapica dove lunedì scorso è morta la 27enne rumena Roxana Michala Rapasu e la figlia appena nata. La giovane è deceduta per emorragia dopo aver partorito in casa i due gemelli, una bimba è stata trovata subito in un secchio pieno di acqua posto sotto a un lavandono, il secondo neonato, di cui non è nemmeno stato accertato il sesso, invece, è stato rinvenuto ieri, due giorni dopo quando durante l’autopsia eseguita sul corpo della 27enne sono state scoperte due placente. Era avvolto in un telo rinchiuso in una busta di plastica. Restano da chiarire le cause del decesso dell’altro figlio, il cui corpicini al momento del ritrovamento era in stato di decomposizione, ma è chiara al momento la dinamica dai fatti: la giovane donna ha ucciso di due bambini subito dopo averli dati alla luce, lei è stata stroncata da un’emorragia post partum. Chi è il padre dei bimbi e perché la ragazza, che viveva in Italia da tre anni, aveva deciso il destino dei due nascituri, al momento, resta un mistero. Sul caso indagano i carabinieri della locale stazione unitamente ai colleghi della compagnia di San Vito Dei Normanni al comando del capitano Diego Ruocco che negli ultimi giorni hanno ascoltato tutti coloro che conoscevano la 27enne e i famigliari, giunti nei giorni scorsi dalla Romania. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna morta con i figli: non ancora chiare le cause del decesso di uno dei bimbi

BrindisiReport è in caricamento