menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo 33 anni nell'Arma, lascia il servizio il brigadiere capo Mancino

Si è arruolato il 6 giugno 1985, due onorificenze: la croce d’argento e la croce d’oro per anzianità di servizio

BRINDISI - Dopo 33 anni nell'Arma dei carabinieri, lascia il servizio il brigadiere capo Gaetano Mancino. Si è arruolato il 6 giugno 1985, ha frequentato il corso formativo presso la Scuola Allievi di Benevento ed al termine dello stesso, è stato assegnato alla Stazione Carabinieri di San Giuseppe Jato, in provincia di Palermo, dove ha svolto servizio sino al 1987.

Dal 1987 al 1990, è stato destinato al Comando Stazione Carabinieri di Montelepre, nel Palermitano, per poi essere assegnato quale operatore delle trasmissioni alla centrale operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Palermo sino al maggio del 1995. Sempre nel mese di maggio del 1995 è stato trasferito al Comando Provinciale dei Carabinieri di Taranto quale operatore delle trasmissioni, durante la permanenza in quel reparto dal settembre al dicembre del 2001 ha frequentato il corso da Sovrintendente presso il Battaglione Allievi Brigadieri dei Carabinieri di Vicenza. Dal 4 ottobre 2010 è stato destinato a prestare servizio quale operatore telematico alla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Brindisi, dove ha concluso la carriera.

Al militare sono state conferite due onorificenze: la croce d’argento e la croce d’oro per anzianità di servizio. Nel corso degli oltre sei lustri di servizio Mancino, si è distinto per l’operosità e la professionalità dimostrati, nonché per la serietà e il grande amore per l’Arma dei Carabinieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Allarme lupi: stragi di asini e capre nelle campagne

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento