menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dormitorio, lite tra due migranti per un vestito: un arresto

Intervento delle Volanti e della polizia locale: in carcere un uomo destinatario di provvedimento del Tribunale di Brescia

BRINDISI – Lite tra due migranti nel dormitorio comunale in via provinciale per San Vito: per separare gli ospiti è stato necessario l’intervento degli agenti della Polizia locale e  delle Volanti. I poliziotti hanno scoperto che uno dei due era destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Brescia e hanno eseguito il provvedimento, conducendo l’uomo in carcere.esterno dormitorio-2

Il motivo della lite

Il diverbio fra i due migranti, entrambi originari del Burkina Faso, è avvenuto ieri sera (sabato 15 dicembre 2018) attorno alle 22. Ad innescare la scintilla sarebbe stata la “proprietà” di un vestito, stando a quanto hanno avuto modo di accertare gli agenti, dopo aver ascoltato alcuni testimoni.

Il tenore della lite ha portato alcuni dei presenti a temere che la situazione potesse degenerare coinvolgendo altri migranti. Per questo motivo è stato chiesto l’intervento delle forze dell’ordine. 

L’arresto

I primi ad arrivare sul posto sono stati gli agenti della Polizia locale. E' stato chiesto l'ausilio degli agenti delle Volanti. Alla vista dei poliziotti uno dei due migranti è andato ancor di più in escandescenza e a quel punto è stato ritenuto necessario portarlo in ospedale. Nel frattempo i poliziotti hanno identificato entrambi i litiganti, scoprendo che l’uomo affidato alle cure dei medici del pronto soccorso, era riuscito a sottrarsi a un ordine di carcerazione, conseguente a condanna definitiva per reati commessi nel Nord Italia.

Il provvedimento del Tribunale di Brescia, quindi, è stato eseguito e l’uomo è stato portato nel carcere di Brindisi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento