menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Doveva essere ai domiciliari: sorpreso in auto, corre a casa e si infila a letto vestito

Finisce in carcere Cosimo Valerio Marcellino, 45 anni, originario di San Donaci, riconosciuto da un carabiniere

SAN DONACI -  Doveva essere nella sua abitazione a San Donaci, in regime di arresti domiciliari e invece è stato sorpreso da un carabiniere in provincia di Lecce: lui, Cosimo Valerio Marcellino, 45 anni, ha tentato di rientrare a casa in fretta e furia e si messo a letto, sotto le coperte, ancora vestito nella speranza di riuscire a sottrarsi all'accusa di evasione. Niente da fare. E' finito in carcere.

MARCELLINO Cosimo Valerio, classe 1972-2Quel carabinieri ha allertato i colleghi. Marcellino è stato condotto nella casa circondariale di via Appia di Brindisi. Era  sottoposto alla detenzione domiciliare per un cumulo pene per varie rapine commesse nelle province di Brindisi e Lecce, e spaccio di sostanze stupefacenti: nella giornata di ieri, domenica, si è allontanato a bordo dell'autovettura Fiat Punto di un congiunto e ha raggiunto Campi Salentina. Nella cittadina leccese, vistosi riconosciuto da un carabiniere della stazione di San Donaci, a forte velocità ha fatto tempestivo rientro nella sua abitazione. I militari si sono recati immediatamente a casa sua, sorprendendolo sotto le coperte con i vestiti ancora indossati, mentre dialogava con i propri familiari come se nulla fosse accaduto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Allarme lupi: stragi di asini e capre nelle campagne

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

  • Cronaca

    Multata da agente fuori servizio: il giudice annulla la sanzione

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento