menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacciano di lanciarsi nel vuoto operatori sanitari senza stipendio

Hanno dovuto minacciare gesti estremi, alcuni operatori della Cooperativa Orizzonti, che gestisce la Rssa Pinto-Cerasino di Ostuni, per ottenere una sede ufficiale di confronto sul futuro loro e della struttura

OSTUNI – Hanno dovuto minacciare gesti estremi, alcuni operatori della Cooperativa Orizzonti, che gestisce la Rssa Pinto-Cerasino di Ostuni, per ottenere una sede ufficiale di confronto sul futuro loro e della struttura. Ma alla fine, dopo poco più di due ore, con la mediazione del sindaco Gianfranco Coppola, e l’impegno del sindacato Cobas che segue la vertenza dallo scorso anno, è stato fissato un incontro per domani giovedì 2 marzo in prefettura a Brindisi, con i vertici della Asl.

protesta dipendenti rssa pinto 3-2

Sono senza stipendio, i 40 soci della Orizzonti: la ristrutturazione dell’intervento regionale nel settore delle residenze sociosanitari e assistite ha fissato mesi fa a 13 ospiti la copertura per la Pinto-Cerasino, che in realtà ne accoglie 40. La Cooperativa Orizzonti non ha mai chiuso le porte agli ospiti della struttura, ma questo vuol dire indirizzare la spesa di gestione sull’assistenza, e non sulle retribuzioni.

protesta dipendenti rssa pinto-2Questa difficoltà che grava da mesi sulla Rssa Pinto-Cerasino era sfociata lo scorso 6 settembre in una manifestazione presso la Regione a Bari, ma nulla è cambiato. E stamani alle 9 quattro soci della Orizzonti, sostenuti dal resto dei colleghi radunatisi davanti alla sede della residenza sociosanitaria, hanno minacciato di lanciarsi da un balcone posto a quattro metri di altezza, per attirare l’attenzione delle istituzioni sul caso.

Il luogo è stato raggiunto subito dai vigili del fuoco del distaccamento di Ostuni, da unità del commissariato di polizia e della stazione dei carabinieri, ma anche dal sindaco e dal vicepresidente dell’amministrazione provinciale, Domenico Tanzarella. La protesta è cessata alle 11,15 circa, quando il sindaco e il segretario del Cobas, Roberto Aprile, hanno annunciato la disponibilità del prefetto Annunziato Vardè a convocare un incontro con la Asl per il giorno successivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento