rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca

Droga: 13 arresti. Imprenditore nei guai

OSTUNI – Cocaina e marijuana a fiumi tra la Città bianca e il Salento. Una vasta operazione antidroga, coordinata dalla Dda di Lecce, ha portato all’alba di oggi all’esecuzione da parte dei carabinieri di 13 ordinanze di custodia cautelare (12 delle quali in carcere), firmate dal Gip del tribunale di Lecce, Carlo Cazzella, su richiesta della Procura salentina. In manette, con l’accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, sono finiti tra gli altri quattro ostunesi: una vera e propria costola dell’organizzazione, stando a quanto avrebbe appurato la magistratura inquirente, guidata sul territorio da un insospettabile imprenditore locale: Antonio Flore, 45 anni, costruttore, patron della “Flore Controsoffittature”, azienda ostunese impegnata nel settore dell’edilizia.

OSTUNI ? Cocaina e marijuana a fiumi tra la Città bianca e il Salento. Una vasta operazione antidroga, coordinata dalla Dda di Lecce, ha portato all?alba di oggi all?esecuzione da parte dei carabinieri di 13 ordinanze di custodia cautelare (12 delle quali in carcere), firmate dal Gip del tribunale di Lecce, Carlo Cazzella, su richiesta della Procura salentina. In manette, con l?accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, sono finiti tra gli altri quattro ostunesi: una vera e propria costola dell?organizzazione, stando a quanto avrebbe appurato la magistratura inquirente, guidata sul territorio da un insospettabile imprenditore locale: Antonio Flore, 45 anni, costruttore, patron della ?Flore Controsoffittature?, azienda ostunese impegnata nel settore dell?edilizia.

Insieme a lui sono finiti in carcere alle prime luci del giorno anche gli ostunesi Giuseppe Cantoro (49 anni), Cosimo Lottatore (60 anni), Francesco Paolo Ungaro (39 anni). Insieme al gruppo operante nella Città bianca e dintorni, sono stati tratti in arresto anche i componenti del sodalizio attivo nel Salento: Graziano De Fabrizio (30 anni, di Lizzanello, a capo dell?organizzazione), Pierluigi Bascià (30 anni, di Lizzanello), Antonio Damiano (30 anni, di Collemeto, frazione di Galatina), Mirko De Blasi (originario di San Cesario e residente a Giuggianello), Marco De Fabrizio (35 anni, di Lizzanello), Roberto Mirko De Matteis (35 anni, originario di Lecce, residente a Lizzanello), Salvatore Franco (30 anni, di Nardò), Cristian Micelli (33 anni, di Lizzanello) e Antonio Isernia (34 anni, di Matino, l?unico a beneficiare dei domiciliari).

In particolare, il gruppo di Ostuni sarebbe stato parecchio attivo nel procacciarsi la droga all?estero (San Marino e Albania), introducendola sul territorio nazionale e cedendola al ramo salentino. Stando alle indagini, supportate da intercettazioni ambientali e telefoniche, sarebbe collegabile al sodalizio ostunese un quantitativo di droga (oltre un chilo di marijuana), sequestrato a Lecce nel maggio del 2010. Ulteriori dettagli sull?operazione, denominata ?Animal House?, saranno resi noti nelle prossime ore, a margine della conferenza stampa degli investigatori, in corso presso la Procura di Lecce.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga: 13 arresti. Imprenditore nei guai

BrindisiReport è in caricamento