rotate-mobile
Cronaca

Droga a Brindisi, la sentenza: arrivano otto condanne in abbreviato

Hashish e marijuana in città: il gup del Tribunale infligge condanne fino a tre anni per alcuni episodi legati alla cessione di stupefacente. Una assoluzione

BRINDISI - Hashish e marijuana in città: al centro dell'attività degli inquirenti alcuni episodi di cessione di droga, avvenuti a Brindisi nel 2019. A distanza di tre anni, arrivano le condanne. E una assoluzione. Oggi, lunedì 19 dicembre 2022, il gup del Tribunale di Brindisi, Vilma Gilli, ha letto il dispositivo della sentenza che riguarda nove brindisini. I reati contestati contemplano la cessione di droga, come detto. Gli imputati hanno optato per il rito abbreviato, che prevede la riduzione di un terzo della pena. Il pm che si è occupato delle indagini è Antonio Negro, della Procura del capoluogo adriatico. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro 90 giorni.

La sentenza

Gli imputati sono tutti brindisini. Di seguito, le condanne. Cosimo Curto (70 anni): due anni e sei mesi di reclusione, 6 mila euro di multa. Francesco Curto (36 anni): un anno di reclusione, 1.200 euro di multa. Marco Curto (38 anni): due anni di reclusione, 6 mila euro di multa. Marco Petrachi (35 anni): tre anni di reclusione, 8 mila euro di multa. Luigi Lorenzo (36 anni): due anni e sei mesi di reclusione, 6 mila euro di multa. Dorina Ferente (38 anni): un anno e sei mesi di reclusione, 4 mila euro di multa. Maurizio Ostuni (48 anni): due anni di reclusione, 4 mila euro di multa. Alfredo Giorgino Vinci (41 anni): sei mesi di reclusione, mille euro di multa. Per Andrea Schena (25 anni, nato a Mesagne ma residente a Brindisi) c'è l'assoluzione per non aver commesso il fatto. Francesco Curto è stato assolto per un capo d'imputazione.

Gli episodi

Alfredo Giorgino Vinci e Francesco Curto si sono visti riqualificare rispettivamente il reato e un reato contestato in "fatto di lieve entità". Gli episodi contestati riguardano la cessione di stupefacenti - hashish e marijuana - a Brindisi, fatti avvenuti nel 2019. Scorrendo i capi di imputazione, ci si imbatte in "passaggi di consegna" dello stupefacente, che girando di mano in mano, sarebbe poi stato pronto per essere immesso nel mercato illegale del capoluogo adriatico. Ma non solo: in un caso la droga è stata trasportata alla volta di Oria, ceduta a due soggetti non identificati.

Il collegio difensivo

Di seguito, gli avvocati degli imputati. Ladislao Massari, Laura Beltrami, Daniela D'Amuri, Giuseppe Guastella, Gianvito Lillo, Alessandro Longo, Francesco Monopoli, Cinzia Cavallo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga a Brindisi, la sentenza: arrivano otto condanne in abbreviato

BrindisiReport è in caricamento