rotate-mobile
Cronaca Carovigno

Droga e armi nella caffetteria: e per uno dei gestori scatta l’arresto

CAROVIGNO – Cornetto, cappuccino e tanta polvere bianca. In manette finisce così un commerciante di San Michele Salentino: Giuseppe Barletta (35 anni, originario di Ceglie Messapica). I militari della Compagnia della Guardia di finanza di Ostuni, coordinati dal capitano Antonio Martina, all’esito di specifici controlli finalizzati al contrasto delle attività legate al traffico e allo spaccio di droga, hanno eseguito nella tarda serata di ieri un blitz all’interno di una caffetteria-ricevitoria situata nel centro abitato di Carovigno, lungo la via per San Michele Salentino. I baschi verdi, che hanno operato con l’ausilio delle unità cinofile del corpo, hanno sottoposto a sequestro oltre ventotto grammi di sostanza stupefacente, tra cocaina, hashish e marijuana (confezionata in dosi).

CAROVIGNO ? Cornetto, cappuccino e tanta polvere bianca. In manette finisce così un commerciante di San Michele Salentino: Giuseppe Barletta (35 anni, originario di Ceglie Messapica). I militari della Compagnia della Guardia di finanza di Ostuni, coordinati dal capitano Antonio Martina, all?esito di specifici controlli  finalizzati al contrasto delle attività legate al traffico e allo spaccio di droga, hanno eseguito nella tarda serata di ieri un blitz all?interno di una caffetteria-ricevitoria situata nel centro abitato di Carovigno, lungo la via per San Michele Salentino. I baschi verdi, che hanno operato con l?ausilio delle unità cinofile del corpo, hanno sottoposto a sequestro oltre ventotto grammi di sostanza stupefacente, tra cocaina, hashish e marijuana (confezionata in dosi).

Nel corso della perquisizione all?interno dell?esercizio commerciale sono spuntate anche le armi: una pistola ad aria compressa ed bastone in legno lungo 54 centimetri. Sotto sequestro anche un telefono cellulare e 380 euro in contanti, presunto provento dei loschi affari. Nel particolare, i militari della Guardia di finanza, durante il sopralluogo eseguito all?interno del bar di cui il trentaseienne risulterebbe tra i gestori, hanno individuato un soggetto che tentava di disfarsi di diversi involucri, contenenti, complessivamente, ventisei  grammi di sostanza stupefacente, del tipo cocaina.

L?immediata ricognizione del locale ha poi consentito di rinvenire ulteriori 2,6 grammi di sostanza stupefacente tra hashish e marijuana (già confezionata in dosi) nonché la pistola ad aria compressa, che il commerciante aveva provveduto ad occultare nel retrobottega. Barletta è stato arrestato, in flagranza di reato ed associato presso la casa circondariale di Brindisi. E? chiamato a rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e porto abusivo di armi.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga e armi nella caffetteria: e per uno dei gestori scatta l’arresto

BrindisiReport è in caricamento