menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un arresto da parte dei carabinieri

Un arresto da parte dei carabinieri

Droga e furti, quattro arresti

Quattro arresti sono stati operati nelle ultime ore dai carabinieri del comando provinciale di Brindisi i vari centri della provincia.

Quattro arresti sono stati operati nelle ultime ore dai carabinieri del comando provinciale di Brindisi i vari centri della provincia. Si tratta di due casi connessi a reati di stupefacenti e due a furti, uno di energia elettrica e l'altro di cavi di rame. Il primo episodio è avvenuto a Latiano dove i carabinieri della stazione locale hanno tratto in arresto in flagranza di reato Domenico Franco di 32 anni, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Franco, nel corso di una perquisizione domiciliare d'iniziativa, è stato trovato in possessi di 6 grammi di marijuana, suddivisa in dosi, e vari strumenti atti al confezionamento, il tutto sottoposto a sequestro. Tutto ciò gli e costato il trasferimento in carcere a Brindisi.

Un 31enne di Brindisi, invece, Fabio Rillo, che si trova nel carcere di Foggia detenuto per altri fatti, ha ricevuto per mano dei carabinieri del Nucleo operativo della compagnia del capoluogo di una ordinanza di ripristino della custodia cautelare in carcere emessa dal giudice delle indagini preliminari di Lecce per associazione per delinquere e traffico di sostanze stupefacenti. Il provvedimento è collegato alle indagine da cui è sfociata nei mesi scorsi l'operazione denominata "Game Over".

E' di Brindisi anche la persona arrestata dai carabinieri della stazione centro: si tratta di Annarita Coffa di 33 anni, colta in flagranza di reato dai militari accompagnati da una squadra di tecnici dell'Enel: la donna aveva allacciato abusivamente l'impianto elettrico della sua abitazione alla rete pubblica di distribuzione. Su decisione del pm di turno, Annarita Coffa è stata posta agli arresti domiciliari.

Infine, i carabinieri della stazione di Oria hanno eseguito l'ordine di carcerazione per espiazione di pena definitiva emesso dalla Procura della Repubblica di Lecce nei confronti di Damiano Matarrelli di 35 anni. Matarrelli è stato riconosciuto responsabile di tentato furto aggravato di cavi di rame, commesso a Francavilla Fontana nel 2011, e deve espiare la pena residua di tre mesi e 11 giorni di reclusione. Ma se li sconterà a casa agli arresti domiciliari.

 

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento