Hascisc e marijuana nel salotto di casa: un arresto a Mesagne

Una persona incensurata di 53 anni è stata trovata in possesso di 150 grammi di marijuana e quattro grammi di hascisc

MESAGNE – Aveva nascosto la droga nel soggiorno, ma i carabinieri hanno individuato il nascondino. Un mesagnese di 53 anni, Luigi Di Dio, è stato trovato in possesso di 150 grammi di marijuana e quattro grammi di hascisc. L’uomo, incensurato, nella giornata di ieri (lunedì 24 febbraio) ha ricevuto la visita dei carabinieri del Norm della compagnia di San Vito dei Normanni. Oltre alla sostanza stupefacente, i militari hanno recuperato anche due bilancini di precisione e materiale per il confezionamento della droga. L’uomo, di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato arrestato in regime di domiciliari, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • Maltempo nel Brindisino: danni e allagamenti, intervengono i vigili del fuoco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento