rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Due anni e domiciliari all'ostunese Giacomo Errico

OSTUNI – Due anni di reclusione e arresti domiciliari. Il soggiorno in carcere dell’ostunese Giacomo Errico, 44 anni, si è concluso nella mattinata con la condanna inflittagli dal giudice monocratico, dottoressa Pizza, che lo ha riconosciuto responsabile di violazione degli obblighi derivanti dalla sorveglianza speciale. Errico era stato arrestato domenica mattina nelle campagne tra Ostuni e Ceglie Messapica dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Fasano che lo avevano intercettato e seguito. Difeso dall’avvocato Ladislao Massari, è stato giudicato con rito abbreviato.

OSTUNI - Due anni di reclusione e arresti domiciliari. Il soggiorno in carcere dell'ostunese Giacomo Errico, 44 anni, si è concluso nella mattinata con la condanna inflittagli dal giudice monocratico, dottoressa Pizza, che lo ha riconosciuto responsabile di violazione degli obblighi derivanti dalla sorveglianza speciale. Errico era stato arrestato domenica mattina nelle campagne tra Ostuni e Ceglie Messapica dai carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della Compagnia di Fasano che lo avevano intercettato e seguito. Difeso dall'avvocato Ladislao Massari, è stato giudicato con rito abbreviato.

Errico era stato arrestato perché si trovava in territorio cegliese mentre non avrebbe dovuto lasciare quello di Ostuni. Si trovava in compagnia della figlia di due anni e di un amico. I carabinieri lo avevano bloccato a cinquecento metri dal confine di Ostuni e avrebbe dovuto raggiungere il vicino maneggio. L'ostunese ha un buon curriculum penale. Tempo addietro l'ostunese è stato denunciato a piede libero per lesioni a un giovane senegalese.

Lo aveva picchiato a seguito di un incidente stradale verificatosi in viale Pola tra la Opel Astra guidata dal senegalese e la Fiat Cinquecento della compagna di Errico. Nell'agosto del 2009 Errico ricevette la condanna a 9 mesi di reclusione per inosservanza della sorveglianza speciale, resistenza a pubblico ufficiale e guida senza patente, con l'aggravante della recidiva.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due anni e domiciliari all'ostunese Giacomo Errico

BrindisiReport è in caricamento