menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Controlli notturni dei carabinieri

Controlli notturni dei carabinieri

Due arresti e cinque denunce

Due arresti, uno per violenza sessuale e l'altro per furto di energia elettrica, due denunce a Tuturano, altre due a Brindisi, e una a S.Pietro Vernotico.

Due arresti, uno per violenza sessuale e l'altro per furto di energia elettrica, due denunce a Tuturano, frazione a sud del capoluogo brindisino abitata da poco più di tremila anime, altre due a Brindisi, e una a S.Pietro Vernotico. Tra ieri e oggi i carabinieri hanno avuto da lavorare.

In carcere per violenza sessuale ci è finito un 62enne del posto, F.V. L'uomo è stato raggiunto da un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Brindisi perchè riconosciuto responsabile di violenza sessuale aggravata e atti sessuali con minorenni. Deve espiare la pena di 5 anni e 6 mesi di reclusione. L'arrestato è ora ristretto nel carcere di Brindisi.

Il presunto ladro di energia elettrica, invece, è Maurizio Di Serio, 42 anni, del posto. I carabinieri, nel corso di una perquisizione domiciliare, hanno accertato che l'uomo attingeva l'energia elettrica dalla rete pubblica attraverso un allaccio abusivo. L'arrestato, su disposizione dell'Autorità giudiziaria, è stato sottoposto agli arresti domiciliari.

I due soggetti denunciati, invece, sono due cellinesi A.M. 64 anni e M.M. 44 anni, sono stati sorpresi con arnesi da scasso. Per loro l'accusa è di possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli in concorso e porto di armi od oggetti atti ad offendere. Costoro, controllati a bordo di un autocarro e sottoposti a perquisizione, sono stati trovati in possesso di un coltello e vari arnesi da scasso, sottoposti a sequestro insieme al mezzo, risultato sprovvisto della copertura assicurativa obbligatoria.

Litigano per futili motivi e si minacciano di morte a vicenda, l'intervento dei carabinieri evita il peggio. Denuncia per entrambi. Nei guai ci sono finiti un 46enne e un 47enne di Brindisi, A.C.D. Ed M.B. L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri in una pubblica via. All'arrivo dei carabinieri, chiamati da alcuni passanti, A.C.D., impugnava delle forbici. Entrambi sono stati denunciati per minaccia aggravata.

Tutt'altro genere di denuncia, invece, per un 22enne di San Pietro Vernotico, E.P.: è stato sorpreso alla guida di un'auto con il contrassegno assicurativo falso ed è stato denunciato per falsità in scrittura privata e uso di atto falso. Il veicolo è stato sottoposto a sequestro.

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento