rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Francavilla Fontana

Due cartucce in busta davanti all’abitazione del consigliere comunale

Messaggio intimidatorio per Giuseppe Cavallo, capogruppo di Alternativa popolare a Francavilla Fontana, e amministratore della Fer.Metal.Sud: il plico trovato questa mattina, nei pressi del garage. Acquisite le immagini del sistema di videosorveglianza

FRANCAVILLA FONTANA – Due cartucce da caccia in una busta sono state lasciate davanti all’abitazione del consigliere comunale di Francavilla Fontana Giuseppe Cavallo, capogruppo di Alternativa popolare, e amministratore della società Fer.Metal.Sud che ha sede nella Città degli Imperiali.

Il plico è stato trovato questa mattina dallo stesso Cavallo, nei pressi del garage di pertinenza dell’immobile. Su posto sono arrivati i carabinieri e sono state già acquisite le immagini del sistema di videosorveglianza poste a protezione dello stabile: chi ha agito, presumibilmente nella notte a cavallo tra domenica e lunedì, per recapitare quel messaggio dal chiaro contenuto intimidatorio, dovrebbe essere stato ripreso dalle telecamere. La busta è stata consegnata ai carabinieri della sezione scientifica per i rilievi di eventuali impronte digitali.

Il consigliere comunale, volto noto a Francavilla Fontana, anche per via dell’incarico di amministratore svolto per la società, è stato ascoltato dai militari. Non risulta aver ricevuto nei giorni precedenti telefonate minatorie. Le indagini sono a tutto campo, dalla pista politico-amministrativa che tiene conto anche della crisi che ha portato alle dimissioni del sindaco Maurizio Bruno, alla dimensione professionale.

Messaggi di solidarietà sono arrivati a Cavallo, anche tramite post su Facebook, da diversi esponenti politici, a cominciare dal coordinatore provinciale di Area popolare, Ciro Argese. “Alternativa popolare di Puglia si unisce nella condanna totale della vile intimidazione al capogruppo del consiglio comunale di Francavilla Fontana, Giuseppe Cavallo e, nel ribadire la vicinanza a tutti gli amministratori locali del partito, sottolinea con forza la volontà nel proseguire sulla strada del rinnovamento della politica a tutela della democrazia ed esclusivamente nel nome  e per conto dei cittadini”, ha scritto il sottosegretario al Lavoro, Massimo Cassano, coordinatore regionale del movimento.

Il sindaco dimissionario, Bruno, ha scritto questo post sulla sua pagina Facebook: "Apprendo con rabbia e preoccupazione del gesto intimidatorio subito questa mattina dall'imprenditore e consigliere Giuseppe Cavallo. Simili azioni sono il frutto della prepotenza e della vigliaccheria. E conoscendo Giuseppe, qualunque sia il movente, sono certo che non si piegherà, né si lascerà intimorire. Confido nel lavoro degli investigatori e della magistratura per arrivare il prima possibile all'individuazione dei responsabili"

"Il vile atto intimidatorio subito dall’imprenditore, amico e uomo delle istituzioni Giuseppe Cavallo è di una gravità inaudita", sostiene il senatore Michele Iurlaro, originario della Città degli Imperiali, esponente di Ala. "Inutile, in questo momento, lasciarsi andare a incaute speculazioni sull’identità dell’autore. Nella certezza che si tratti di un imbecille, e pure di un codardo, il compito di identificare questo fenomeno spetta ai nostri carabinieri che, ne sono convinto, faranno piena luce sull’episodio in tempi brevi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due cartucce in busta davanti all’abitazione del consigliere comunale

BrindisiReport è in caricamento