Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Taccheggio: una denuncia in flagrante, un'altra dopo due mesi

Un giovane di Cisternino sorpreso al Decathlon, un brindisino identificato con le videocamere

BRINDISI - Sono tra i prodotti più colpiti dal fenomeno del taccheggio, gli articoli sportivi. Ma è sempre difficile farla franca, nell'epoca della videosorveglianza e del controllo con personale specializzato. Sabato sera nell'affollatissimo store Decathlon di Brindisi è andata male a un giovane di Cisternino, che aveva infilato in tasca un paio di guanti di poco prezzo (7 euro), gesto non sfuggito ad un addetto all sorveglianza dell'Isi Group, che lo ha fermato e consegnato ai poliziotti di una volante per la denuncia a piede libero.

È arrivata dopo quasi due mesi dal fatto, ma è arrivata, la brutta notizia per un uomo di 44 anni di Brindisi, che i carabinieri della stazione Casale, attraverso l'esame delle registrazioni dell'impianto di sorveglianza elettronica hanno identificato come autore della sottrazione di cinque capi di abbigliamento nel negozio Champion della galleria Le Colonne, il 22 ottobre scorso, dopo averne rimosso i dispositivi antitaccheggio. 

Scoperto, il soggetto si diede alla fuga lanciando prima la refurtiva addosso alla commessa che lo aveva individuato. L'unico modo per identificarlo era ricorrere alle immagini di varie telecamere, e i carabinieri alla fine hanno dato nome e cognome al Brindisino, denunciandolo per tentato furto aggravato. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Taccheggio: una denuncia in flagrante, un'altra dopo due mesi

BrindisiReport è in caricamento