Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Due fratelli trovati col bottino di un appartamento svaligiato: denunciati

E' stato trovato nell'abitazione in cui risiedono due fratelli brindisini il bottino di un furto in appartamento messo a segno pochi istanti prima in via Adda, al rione Perrino. I poliziotti della sezione volanti sono risaliti immediatamente al 32enne U.B. e di suo fratello, il 23enne P.B., denunciandoli per ricettazione

BRINDISI – E’ stato trovato nell’abitazione in cui risiedono due fratelli brindisini il bottino di un furto in appartamento messo a segno pochi istanti prima in via Adda, al rione Perrino. I poliziotti della sezione volanti sono risaliti immediatamente al 32enne U.B. e di suo fratello, il 23enne P.B., denunciandoli per ricettazione. Sulle scarpe da ginnastica di uno dei due sono state trovate tracce di sangue. La Scientifica dovrà appurare se queste sono compatibili con delle tracce ematiche trovate nella casa svaligiata.

E’ avvenuto tutto nella serata di ieri (7 giugno). La vittima, il 42enne I.F.D, risiede in una immobile al pin terreno. Intorno alle ore 21,30, nel rientrare a casa, aveva notato le luci accese e la zanzariera della camera da letto aperta. Il sospetto che ci fossero dei ladri all’interno era concreto. Per questo, il brindisino ha chiesto subito l’intervento della polizia.

Recatosi rapidamente sul posto, un equipaggio della sezione Volanti è entrato con il proprietario, il quale si è imbattuto in uno scenario desolante: tutto era a soqquadro. All'appello mancavano tre televisori di ultima generazione e una Playstation 3.

Gli agenti hanno appurato che i malfattori si erano introdotti nell’appartamento dopo aver scavalcato un muretto perimetrale. Poi hanno forzato la tapparella e hanno rotto il vetro della finestra corrispondente alla camera da letto. Sul pavimento (in corrispondenza proprio della finestra), sul comò, sui comodini e sul letto c’erano, come detto, tracce di sangue.

Mentre la Scientifica eseguiva i rilievi del caso, le forze dell’ordine hanno avviato una serie di accertamenti investigativi. Nel volgere di pochi minuti sono arrivati ai fratelli P.B. e U.B., già noti alle forze dell’ordine. E nel corso della perquisizione presso la loro abitazione, sono stati trovati tre televisori identici a quelli appena rubati in via Adda. La scarpa sporca di sangue è stata posta sotto sequestro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due fratelli trovati col bottino di un appartamento svaligiato: denunciati

BrindisiReport è in caricamento