menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto www.gofasano.it

foto www.gofasano.it

Due incendi in meno di un'ora: cinque auto in fiamme, panico in strada

Serata di fuoco a Fasano. Primo incendio alle 23 in via Verdi, con danni per quattro auto e un'abitazione. Il secondo in via Canale di Pirro

FASANO – In appena un’ora, cinque auto sono state danneggiate (almeno un paio, in realtà, devastate), dalle fiamme. Notte di fuoco fra le 23 di giovedì (3 ottobre) e mezzanotte a Fasano, dove a distanza di meno di un’ora l’uno dall’altro si sono sviluppati due diversi incendi che hanno costretto i vigili del fuoco a un tour de force.

Il primo incendio

Il rogo che ha provocato i danni maggiori si è sviluppato poco dopo le 23 in via Verdi, nei pressi della villa comunale. Qui le fiamme sono partite dal cofano di una Fiat 500 L e nel giro di pochi minuti, alimentate dal vento, hanno investito altre tre macchine parcheggiate nelle vicinanze (una Fiat Panda, una Ford Focus e una Nissa Micra), annerendo anche il prospetto di un’abitazione.

Incendio auto via Verdi, Fasano 2-2

Numerosi residenti sono scesi in strada con il cuore in gola, spaventati dai continui scoppi di pneumatici. Sul posto si sono recati i pompieri del distaccamento di Ostuni, imbattutisi in uno scenario particolarmente critico. I rilievi del caso sono stati effettuati dai carabinieri, che non hanno rinvenuto tracce di dolo. Non si può escludere quindi l’origine accidentale, sulla base anche della testimonianza di un cittadino il quale ha riferito di aver visto che le fiamme, partite dal vano motore della 500, si stavano auto estinguendo, quando sono state nuovamente alimentate dal vento.

Il secondo incendio

Dubbia anche la natura dell’incendio che intorno a mezzanotte ha avvolto una vecchia Fiat Ulisse parcheggiata nel cortile, delimitato da un’alta recinzione, di un’abitazione situata in via Canale di Pirro. La parte posteriore del veicolo era rivolta verso la strada. Il proprietario, un operaio che lavora presso una ditta di Putignano (Bari), era davanti al televisore quando, stando al suo racconto, ha visto un paio di scintille. A quel punto si è affacciato e si è accorto dell’incendio, che nel giro di pochi istanti ha distrutto la macchina. L’uomo non avrebbe visto o sentito movimenti strani. Neanche in questo caso, dunque, i militari hanno acquisito elementi certi sull'origine della combustione.

Foto www.gofasano.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento