rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Villa Castelli

Bruciano sterpaglia e il fumo invade la casa accanto: denunciati

La vicina degli autori del piccolo falò si rivolge ai carabinieri. In due dovranno rispondere di getto pericoloso di cose

VILLA CASTELLI – Affumicare il vicino costituisce non solo un’azione molesta, ma anche un reato ambientale. Ne sanno qualcosa i proprietari di una abitazione che avevano deciso di sbarazzarsi di un mucchio di erbe secche e sterpaglia bruciando tutto accanto alla propria veranda. Ma il fumo ben presto ha invaso le stanza della casa accanto, le cui finestre erano spalancate per combattere la calura.

A dirimere la situazione sono stati chiamati i carabinieri, che su segnalazione della 61enne abitante della casa invasa dal fumo hanno accertato la dinamica dei fatti, e deferito a piede libero due persone di 55 e 56 anni per getto pericoloso di cose, ai sensi dell’articolo 674 del codice penale.

L’articolo in questione recita, infatti: “Chiunque getta o versa, in un luogo di pubblico transito o in un luogo privato, ma di comune o di altrui uso, cose atte a offendere o imbrattare o molestare persone, ovvero, nei casi consentiti dalla legge, provoca emissioni di gas, di vapori o di fumo, atti a cagionare tali effetti”, è perseguibile a norma di legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bruciano sterpaglia e il fumo invade la casa accanto: denunciati

BrindisiReport è in caricamento