Cronaca

Coppia di ladri brindisini torna nello stesso negozio: e finisce in manette

Ladri seriali di caffettiere moka vanno in uno degli store del centro commerciale di Mesagne per colpire ancora, ignari che loro precedenti incursioni erano state immortalate dalle telecamere di sorveglianza, e che i responsabili del negozio avevano sporto denuncia, e questa volta ci lasciano lo zampino

MESAGNE – Ladri seriali di caffettiere moka vanno in uno degli store del centro commerciale di Mesagne per colpire ancora, ignari che loro precedenti incursioni erano state immortalate dalle telecamere di sorveglianza, e che i responsabili del negozio avevano sporto denuncia, e questa volta ci lasciano lo zampino. Si tratta dei brindisini Daniele De Leo di 35 anni e di Deborah Tedesco di 25 anni, pregiudicato per reati specifici il primo, segnalata per gli stessi reati la seconda, e destinataria di una condanna con sospensione condizionale della pena.

Daniele De Leo-3Deborah Tedesco-2Tutti e due, dopo la cattura da parte della polizia, sono stati assegnati agli arresti domiciliari d’intesa con il pm di turno, Iolanda Chimienti. Sequestrato lo scooter con cui avevano raggiunto il centro commerciale, su cui è stata rinvenuta altra refurtiva: un giubbotto e biancheria intima femminile asportati dal negozio “Terranova”, e generi alimentari rubati presso “Penny Market”, 98 euro il valore dei capi, 45 euro quello degli alimenti. E a 95,60 euro ammontava il valore delle caffettiere.

E’ accaduto stamani attorno alle 11,30. La coppia De Leo – Tedesco francamente aveva sfidato la sorte, tornando sul luogo del delitto, forse nella presunzione di essere passati inosservati le altre volte. Invece gli addetti alla sorveglianza di Happy Casa avevano memorizzato le fisionomie dei due taccheggiatori, in fondo è il loro lavoro. Per cui appena hanno identificato i brindisini hanno chiamato il commissariato di Mesagne, che ha inviato subito una volante e personale della squadra di polizia giudiziaria.

Il resto della refurtiva-2

Quando Daniele De Leo e Deborah Tedesco sono usciti carichi di “roba”, sono stati bloccati e perquisiti: le caffettiere erano nello zainetto della ragazza. I due avevano rimosso i dispositivi antitaccheggio, che avevano nascosto sotto gli scaffali. Tutto era stato registrato dalle telecamere anche questa volta, e non è stato difficile rivedere la scena e recuperare i dispositivi rimossi. Dopo la scoperta del resto della refurtiva nello scooter, la polizia ha chiamato i responsabili degli altri due negozi, che hanno potuto verificare gli ammanchi di merce e sporgere a loro volta denuncia.

I dispositivi antitaccheggio rimossi-2Svolte le formalità di rito presso il commissariato di Mesagne, De Leo e la Tedesco sono stati scortati presso i domicili da essi indicati attraverso i rispettivi difensori per restarvi in stato di custodia cautelare sino all’udienza di convalida davanti al giudice delle indagini preliminari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppia di ladri brindisini torna nello stesso negozio: e finisce in manette

BrindisiReport è in caricamento